Utente 214XXX
Buongiorno, sono un uomo di 38 anni, a dicembre il mio pene si era notevolmente rimpicciolito soprattutto da moscio. il desiderio era calato e anche l'erezione non sempre funzionava. L'andrologo da cui sono andato subito mi ha prescritto esami del sangue e spermiogramma, e l'unico valore basso ma sempre nel range era quello del testosterone totale (mio valore 3.75 range tra 2.90 e 15.10). mi ha prescritto degli ormoni da prendere sotto forma di cerotto e un vasodilatatore. la cura è durata 2 mesi e sia durante che dopo quando non prendevo più nulla il problema semmbrava risolto e anche il pene era tornato normale. fino alla scorsa settimana quando mi è ricapitata la stessa cosa che perdura sin oggi. premesso che tornerò dal medico e che ho un solo testicolo ma mi ha assicurato che non significa nulla, vorrei sapere se ci sono altri esami da fare e se il mio problema può davvero essere dovuto solo al poco testosterone o va ricercato altrove.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

mi sembra che il suo andrologo sia ben orientato comunque ora lo risenta e, se si sospetta un problema a livello dei corpi cavernosi, un'altra indagine consigliata potrebbe essere un ecocolordoppler dinamico delle arterie peniene con relativa ecografia dei corpi cavernosi.

Un cordiale saluto.