Utente 209XXX
Buon giorno. Vi scrivo sperando che possiate chiarire una volta per tutte un dubbio che mi perseguita. Ho sempre bevuto, per scelta, acqua del rubinetto; il problema è che ora vivo a Milano, dove frequento l'università, ed ho notato che qui l'acqua è molto calcarea: l'esempio più evidente è la caffettiera, dove ormai si è accumulato un bello strato di calcare; ma la cosa si nota anche lasciando un ad asciugare un bicchiere: quando l'acqua è evaporata, si nota sempre un accumulo di calcare sul fondo. Il dubbio è: tutto questo calcare può far male? In particolare, potrebbe causare calcoli ai reni o in altri organi? Grazie!
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Acque con elevato residuo fisso possono peggiorare la supersaturazione in sali delle urine e la tendenza a formare calcoli renali.

Molto importante, per la prevenzione, è una dieta povera di sodio: il sodio introdotto con l'acqua è sempre una minima parte rispetto a quello introdotto con gli alimenti!
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Ma quindi l'acqua posso continuare a berla senza problemi? Sento sempre dire che quella dell'acquedotto di Milano passa per essere una delle migliori in Italia, ma non so fino a che punto sia vero. Grazie!
[#3] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Se lei non ha una storia personale di calcolosi urinaria, può continuare a bere l'acqua del rubinetto.
[#4] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille per le risposte! Arrivederci!