Utente 210XXX
Buonasera, avrei bisogno di una informazione.

3 anni fa circa, prima di un intervento di tonsillectomia sono risultato anti HCV positivo. Ho quindi effettuato tutti gli accertamenti del caso seguito dal mio gastroenterologo e la PCR è sempre risultata negativa, con valori non dosabili.

Ho ripetuto i controlli ogni 6 mesi per 2 anni e poi nell'ultimo anno ho continuato per scrupolo più che per necessità visto che il mio medico mi ha detto che non c'era nemmeno bisogno di farli e che evidentemente si trattava di un'infezione contratta da bambino da cui sono pienamente e spontaneamente guarito.

In più nell'ultimo anno gli anticorpi anti HCV si sono negativizzati; il mio gastroenterologo ha detto che questo è indice di una infezione molto indietro nel tempo e che potevo stare tranquillo.

La mia domanda è questa: io ho sempre voluto donare il sangue ma per ovvi motivi non mi sono mai nemmeno presentato, visto che sarei stato escluso per i suddetti anticorpi. Se adesso però sono negativi posso finalmente iniziare a donare?

Vi ringrazio
Buonasera
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe De Vita
20% attività
0% attualità
0% socialità
BENEVENTO (BN)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Gentile Signore
non e' comune la perdita degli anticorpi anti HCV, e' un evento abbastanza remoto si puo' spiegare con un'infezione vetusta,comunque l'ammissibilita' teorica alla donazione di sangue e' data dlla normalita' delle transaminasi sieriche, dalla negativita' degli anticorpi antiHCV, e dalla negativita dell'HCV-RNA con metodica PCR, che sta ad indicare la replicazione del virus. Ad ogni buon conto sara' il medico trasfusionista che dopo un accurata anamnesi ed il controllo degli esami suddetti a decidere sull'ammissibilita' alla donazione.
[#2] dopo  
Utente 210XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio, allora mi recherò presso il centro di donazione e spiegherò la mia situazione, magari portando tutta la documentazione medica degli ultimi anni.

Buona serata