Utente 214XXX
Buongiorno ,
ho subito un intervento di chiusura Forame per via ipercutanea.
Intervento esuguito senza problemi, dopo 2 settimane ho iniziato ad avvertire frequenti extrasistoli con battito aritmico (bradicardico) che si manifesta a varie frequenze durante tutto il giorno. Ormnai è una settimana che ho questi fastidiosissimi disturbi e sebbene mi sia stato detto che si tratta di una situazione comune dopo l'intervento e che dovrebbero regredire naturalmente , sono abbastanza preoccuapato.

Vi chiedo un consiglio su come procedere.

Grazie ed un saluto

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Deve eseguire un Holter cardiaco per permettere al cardiologo di vedere con che tipo di aritmie lei ha a che fare.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
Grazie,
ho fatto ecg con monitoraggio preso durante la fase aritmica, questo l'esito:

si documentano brevi run sopraventricolari, alcuni battiti condotti con aberranza dx , PA nella norma, Kaliemia nella norma.

terapia di flecainide 50 mg 2 al dì.

Mi hanno detto di stare traquillo, ma di fare un controllo con ulteriore visita con ECG a breve.

Mi da gentilmente un suo parere anche in merito alla necessità del farmaco (tendenzialmente vorrei utilizzare un farmaco proprio se è indispensabile ) .

un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
aggiungo per completezza che pensavo l'aritmia fosse bradicardica invece è taticardica. 155 battiti nei momenti di picco.

grazie
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La presenza di "runs" di tachicardia sopraventricolare impone una terapia antiaritmica ed una terapia almeno antiaggregante piastrinica (es aspirina a piccole dosi, che dovrebbe gia' assumere dato l'intervento che ha subito).
Tra i vari antiaritmici la flecainide e' una delle piu' indicate a dosaggi che variano tra i 50 ed i 100 mg ogni 12 ore.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#5] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la sua estrema gentilezza ed una ultima domanda da 100 mill di dollari:
secondo la sua esperienza :questo problema sorto improvvisamente dopo la chiusura del forame , regredirà oppure il danno è fatto?

un saluto
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' una domanda appunto da 100 milioni di dollari. In ogni caso sono aritmie fastidiose, ma non pericolose, specie se uno assume antiaggreganti piastrinici.
arrivederci
cecchini
[#7] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
Buonngiorno,
dopo 3 mesi di cura con Sotalolo per eliminare l'aritmia sovraventricolare , non evidenziando piu nesuna sintomatologia ho iniziato a ridurre il dossaggio fino ad eliminarlo del tutto.
La situazione procedeva sicuramente bene , avvertendo solo qualche extrasistole di tanto in tanto ma niente di particolarmente fastidiose.
Dopo circa un mese r mezzo senza antiaritmico , mi sono preò comparse delle frequenti extrasistoli particolarmente fastidiose soprattutto in fase notturna-
============================
Ho eseguito l'holter e questo è il responso:
FC max 115
FC minima 44
FC media 71
battiti sovraventricolari : 1832 (0 coppie , 0 run)
battiti ventricolari 0
pausa max 1,49
referto:ritmo sinusale , normale conduzione atrio ventricolare e intraventricolare, freq. ectopici sopraventricolari isolati, non ectopie ventricolari.
Non alterazioni della polarizzazione ventricolare in paziente asintomatico per angor.
======================================

Ho fissato appuntamento con il cardiologo, però 1832 mi sembrano tanti , volevo sapere quanto devo preoccuparmi.

grazie della risposta
[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No, non sono tanti edin particolare non sono ripetitivi, e sono totalemente benigni.
Si tranquillizzi
cecchini
www.cecchinicuore.org