Utente 143XXX
Salve,
ho 28 anni (sesso maschile) e scrivo circa un episodio di un paio di giorni fa.
Era mattina, circa un'ora dopo essermi alzato con un forte torcicollo, abbastanza improvvisamente mi si è leggermente offuscata (come annebbiata) la vista all'occhio sinistro, nella zona periferica (bassa e laterale sinistra). Dopo qualche minuto ho messo due gocce di collirio e improvvisamente la vista è tornata subito nitida e il problema non si è poi ripresentato.
Niente dolori, nè vertigini. Solo quel torcicollo che avevo già da prima.
In questi ultimi due giorni ci ho visto sempre bene ma percepisco un lieve prurito all'occhio (nella zona di contatto tra le due palpebre, vicino al naso) ed entrambi gli occhi sono un po' affaticati ma senza cefalee o dolori di sorta.

Proprio Martedì scorso ho fatto una visita oculistica e tutto è risultato perfetto (retina, visus, pressione...tutto Ok).

Ero strabico da piccolo (poi corretto mediante intervento chirurgico a 9 anni) e sono sempre stato astigmatico e ipermetrope (attualmente sono miope).

Due anni fa ho praticato il Cross-Linking per correggere un lieve cheratocono a entrambi gli occhi. Fortunatamente la malattia è progressivamente regredita negli ultimi due anni e ho anche recuperato un decimo di visus nell'ultimo anno.
(L'oculista era abbastanza entusiasta, come me del resto)

Storicamente mi è sempre capitato (anche se non di frequente ovviamente) di vedere brevemente luci nel campo visivo o lievi offuscamenti (specialmente quando stanco e/o nervoso) ma duravano pochissimo e in genere mi basta strizzare le palpebre p o sfregarmi/lavare l'occhio per annullare quella sensazione. Oppure passa da sola dopo secondi/ minuti (in poschissimi casi).

Sono una persona molto ansiosa e il mio lavoro al videoterminale è abbastanza stressante per gli occhi.
Quest'ultima volta sono dovuto ricorrere al collirio ("Optive").
Cosa ne pensa?

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
probabilmente ha avuto un calo pressorio o un TIA (attacco ischemico transitorio) che può essere causato da un vasospasmo (nelle persone più ansiose è più frequente).
Un'altra causa, piuttosto remota vista l'età, potrebbe essere quella di una piccola ischemia dovuta ad un trombo di colesterolo.
Solitamente, però, succede in persone con colesterolo alto ed ipertensione arteriosa. In questo caso si esegue un ecodoppler dei vasi sovraortici.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Anzitutto Grazie per la pronta risposta,
solo una domanda: come mai è bastato lubrificare l'occhio con una goccia di Optive per recuperare la nitidezza visiva?
Ad ogni modo, da quanto Lei dice mi sembra si possano escludere fattori relativi al nervo ottico (che, tra l'altro, nell'operazione per correggere lo strabismo mi era stato "tirato" o in parte "tagliato") anche perchè in quel caso penso ci sarebbe stato dolore e comunque un intervento "meccanico" quali le gocce non sarebbe stato risolutivo.
Nota: sull'ansia...èurtroppo ne ho sempre "sofferto" e questo è un periodo un po' critico con abbondante sudorazione quando esco da casa e anche delle lievi miochimie palpebrali.

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Probabilmente avrebbe recuperato comunque, anche se non avendola visitata la mia è solo una possibile ipotesi.
Le assicuro che il nervo ottico NON è stato tirato o tagliato, ma l'intervento è stato eseguito sui muscoli oculari.
Probabilmente voleva dire MIOCLONIE palpebrali, piccole contrazioni muscolari fastidiose dovute a carenza di sali minerali, infatti suda molto.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Intendevo proprio quelle piccole vibrazioni.
Tra l'altro in questi ultimi giorni sento gli occhi un po'stroppicciati e pesanti un po' per il lavoro al PC e un po' perchè, causa caldo, non riesco a riposare come vorrei.
Perciò cerco di bere e usare colliri.
Comunque complessivamente vedo bene (o almeno secondo i miei standard) anche se lo stress oculare da PC l'ho sempre avuto (meno dopo l'operazione per il cheratocono di due anni fa).
In effetti ricordo un episodio di annebbiamento oculare simile a quanto sopra e risalente adiversi mesi fa.
Quello però mi era capitato di sera dopo il passaggio da una stanza all'altra con diverse condizioni di luce (e mi ero appena alzato dal letto).
In quel caso mi passò senza che mettessi nulla ma gradualmente e solo dopo una ventina di minuti.
Spero solo che questi fenomeni, fortunatamente rari e isolati, non mi rompano le scatole in modo più serio in futuro

Cordialmente
[#5] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Mi raccomando, va bene bere molto, ma con le mioclonie deve integrare con sali minerali.
Buona Estate
[#6] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Mi converrebbe un integratore "mirato" tipo MGKVis e simili oppure anche integratori commerciali (tipo gatorade, tanto per intenderci) basterebbero?

Buona Estate anche a Lei
[#7] dopo  
Dr. Carlo Orione
52% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Io prescrivo il codrase bustine, magnesio e potassio, ma anche il gatorade può andar bene.

Buona serata