Utente 187XXX
Buongiorno. Vorrei chiedere se esiste uno studio scientifico sulla vitalità dello sperma esposto all'aria, quindi non nelle vie genitali maschili o femminili.

Cioè vorrei sapere se per esempio è stato fatto un monitoraggio magari al microscopio dello sperma per un tempo superiore alle 6 ore e qual'è il risultato.

C'è ancora traccia di spermatozoi che possono fecondare?

Se esiste, è reperibile in internet (anche in inglese)? Vorrei documentarmi scientificamente.

Grazie e saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.ma utente,
non nascondo che la precisione della sua domanda mi ha decisamente messo in crisi per la successiva risposta.
Non conosco studi specifici cmq certamente gli spermatozoi non soccombono al primo contatto con l'aria,all'esterno non perdono immediatamente la loro efficienza.
Penso che siano importanti le condizioni ambientali in cui si vengono a trovare: l'ambiente umido, come quello creato dalle secrezioni vaginali, è una condizione ottimale, che permette loro di sopravvivere per più tempo.
Mi dispiace non risponderLe in maniera più precisa e spero che qualche altro collega le possa fornire gli articoli scientifici che richiede.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Prima di tutto La ringrazio per aver risposto così velocemente.

Vengo a spiegare meglio:

Leggo risposte di medici (su questo sito) sia andrologi che ginecologi, dove viene detto che gli spermatozoi dopo pochi minuti non sono pericolosi per una fecondazione, ad'esempio se si trovano su indumenti o meglio ancora sulle dita di una mano che poi magari dopo qualche ora possono penetrare in vagina durante una masturbazione.

Leggo anche un'articolo della rivista focus che riporto qui:

"...La vitalità degli spermatozi è determinata da alcuni parametri chimico-fisici tra i quali soprattutto la temperatura e il grado di acidità (il pH) dell'ambiente.
Nello sperma, che contiene oltre agli spermatozoi anche il plasma seminale, la temperatura deve essere compresa tra 37 e 37,5 °, ci deve essere una leggera alcalinità (pH tra 7 e 7,5) e la disponibilità di zuccheri. Alterazioni anche piccole di questi fattori compromettono la possibilità di sopravvivenza degli spermatozoi. I testicoli non scesi, cioè ritenuti all'interno del corpo (difetto chiamato criptorchidismo) possono provocare sterilità proprio perché la temperatura interna è troppo alta per la vitalità degli spermatozoi...

Se sono emessi all'esterno, a temperatura ambiente, per esempio a 15 °, rimangono vitali circa uno o due giorni, ma non tutti e in percentuali sempre più basse col passare del tempo e comunque con grande variabilità secondo la persona e l'età. A 36 ° vivono poche ore. Per conservarli due o tre giorni si possono mettere a 4 ° (la temperatura di un frigorifero), ma per la loro sopravvvivenza è indispensabile aggiungere alcune apposite sostanze criopreservanti. Con la crioconservazione, invece, la provetta è tenuta alla temperatura di -196 °, in azoto liquido, con sostanze preservanti più forti e gli spermatozoi si conservano per anni e anni, a tempo indefinito (è quello che fanno le “banche del seme”). [ http://www.focus.it/quanto_vivono_gli_spermatozoi_dopo_un_eiaculazione_C39.aspx ]

Questo articolo è datato 2003, non è riportata alcuna fonte, quindi non so' quanto sia attendibile.
Però mette il dubbio; in più penso all'esame dello sperma (spermiogramma): com'è possibile che alcuni laboratori consentono la consegna entro 2 ore?

Capisco in manier autonoma che lo sperma appena emesso è impossibile che non sia fecondante, ma vorrei capire con dati certi cosa accade passate diciamo 10 ore, una notte.
Questa risposta, se esiste, credo aiuterebbe sia me che altre persone che sicuramente leggeranno questo post, ad avere una maggiore serenità e accortezza nella vita sessuale, in tutte quelle pratiche "preliminari" quali ad esempio la penetrazione delle dita, che forse a volte sono sottovalutate o meglio prese alla leggera.

Grazie infinitamente, scusate per il dilungamento e spero tantissimo in una risposta.

Saluti
[#3] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottor Mallus, è possibile girare il mio consulto ad un suo collega, ad esempio il Dottor PierLuigi Izzo?
Ho letto diversi consulti sullo stesso argomento a cui Lui ha risposto.

BuonPomeriggio
[#4] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Non sonop in grado di "girarLe" la domanda al collega,spero che Lui lo faccia comunque.
Dalla lettura dell'art da Lei riportato vedo bene anche la risposta: la dirata e la vitalità degli spermatopzoi dipende dall'ambiente esterno.
Prova ne è la crioconservazione nelle banche dello sperma.
Cordiali saluti