Utente 158XXX
Gentili medici buonasera,ia madre di 60 anni è stata operata il 30 maggio per sostituzione mitralica valvola meccanica,dovuta a stenosi acuta da febbri reumatiche da piccola e fibrillazione atriale ,tutto era andato bene finche il giorno stesso in cui era uscita dallaclinica di riabilitazione sabato 25 giugno ho dovuto chiamare l ambulanza ed è stata trasportata all umberto primo..la diagnosi è stata ictus ischemico (lei non riusciva a pronunciare parole) ora è ancora li per analisi varie venerdi 3 giugno gli era stata fatta eco transesofagea dove si vedevano dei coaguli nonostante la terapia che segue con coumadin e valore di irn del range giusto,gli hanno dato in questi giorni anche cardioaspirina per evitarelaformazione piastrinica e rendere il sangue più fluido..fatto sta che quel venerdi 3 giugno un medico che le ha fatto l esame aveva sparato a zero dicendo che la valvola era infetta ben che mia madre non avesse avuto sintomi di endocardite cosi sentendo tutti gli altri medici mi arrivavano smentite dicendo che quasi sicuramente non si trattava di infezione,anche da tutte le emoculture fatte fino ad ora non risultava nulla ,da l altro ieri a mia madre viene la febbre e stanotte gli arriva a 39 addirittura ,ieri parlavo con un altra dottoressa che mi diceva che erano in attesa di farle analisi ematiche che costano moltissimo e che avrebbero dovuto mandale allo spallanzani per altri agenti molto rari che avrebbero potuto scatenare un eventuale endocardite,domani le ripeteranno l eco transesofagea poichè avendo avuto stanotte la febbre cosi alta i medici non si fidano a farla venerdi come prefissato..io mi chiedo come sia possibile che ci siano tutte queste difficoltà per fare una diagnosi che nel frattempo mia madre da che non aveva nessun sintomo stava bene senza problemi dopo 16 giorni che passa li dentro gli viene la febbre lasciando pensare ad un infezione?spero possiate darmi qualche delucidazione ,vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
considerata la complessità del caso e senza aver l'opportunità on line di visionare tutti gli esami cui è stata sottoposta sua madre, rispondere al suo quesito è tecnicamente impossibile, anche perchè non ne potremmo mai sapere di più dei colleghi che l'hanno in cura da più di un mese.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
capisco,ma è possibile che l endocardite si possa manifestare dando luogo ad un ictus ischemico (con tac negativa e risonanza magnetica che evidenziava 2 piccole lesioni )fortunatamente senza riportarle conseguenze e poi febbre dopo molti giorni a distanza di tale episodio?vi ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In via del tutto ipotetica e per una serie di complessi motivi fisiopatologici, l'endocardite può dare manifestazione di sè sia con un processo ictale che con febbre a distanza.
Saluti