Utente 155XXX
Salve gentili dottori.Lo scorso 11 marzo mi è stato riscontato un lieve prolasso della valvola mitrale.Mi controllai perchè in alcuni periodi avvertivo delle extrasistole.Dopo il controllo le extrassitole sono sparite (a parte qualche caso sporadico) per poi ritornare in questi giorni.Non sono continue.Durante la giornata le avverto di tanto in tanto: sento il battito irregolare per pochi istanti.Premetto che sono un tipo un pò ansioso ma in verità questo non è un periodo di particolare stress.Più che altro sudo moltissimo per il forte caldo e bevo bevande gassate.Questo può incidere? Potrei avere avuto in 4 mesi un peggioramento del prolasso? Mi consigliate di rifare l'ecocardiogramma già adesso? Grazie mille. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'atteggiamento prolassante di uno dei due lembi valvolari va distinto nettamente dal vero e proprio prolasso mitralico , che e' una patologia che tende a peggiorare nel tempo, mentre il primo e' una variante della normalita'
Detto questo il cuore di chi ha anche solo un atteggiamento prolassante appare molto sensibile ad aritmie, fastidiose quanto innocue.
Qualsiasi stimolo extracardiaco , come ad esempio un aumento del volume gastrico legato all'assunzione di bevande gassate , patologie babnali della colecisti, etc.
Si tranquillizzi, pertanto.
cecchini
www.cecchinicuore.org