Utente 209XXX
Buongiorno,la ringrazio in anticipo per la sua disponibilità.Un bambino di 8 anni cardiopatico dalla nascita con ben 8 interventi e tanti cateterismi alle spalle,ha una stenosi polmonare severa,il suo cardiologo pensa di non poter intervenire più chirurgicamente ma si può provare ad intervenire tramite cateterismo,sempre con il dubbio di non riuscirci,perchè l'aorta è più piccola e non cresce come dovrebbe ed è chiusa,e poi ha subìto tanti interventi.Vorrei sapere se non c'è davvero altra soluzione che aspettare.Non sò se le bastano queste informazioni,grazie tanto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Mi sembra che l'iter che state provando a seguire(trattamento percutaneo della valvola polmonare) con i curanti sia il più indicato in un caso di questo tipo.

Consideri che però molte sono le variabili che possono influenzare la fattibilità dell'approcio percutaneo ed effettivamente le informazioni che riporta sono poco specifiche, ma credo che stiate intraprendento la strada giusta.

In bocca al lupo
GI
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la sua risposta,ma voglio chiederle un'altro parere questa volta riguarda mia figlia.Mia figlia ha quasi 8 anni ed ha una cardiopatia congenita,tetralogia di fallot.Quando aveva 7 mesi è stata operata,abbiamo eseguito controlli semestrali con day hospital annuali.La sua insufficienza polmonare da circa un anno è diventata severa,ma con un buon compenso emodinamico.Il suo cardiologo pensa di aspettare qualche anno prima di fare una risonanza.Secondo lei è giusto aspettare tanto tempo?Io sono preoccupata anche se la bambina stà bene ed è molto attiva.Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
Gentile signora,
riguardo al primo caso credo siano necessarie ulteriori informazioni riguardo a quali interventi sono stati fatti oltre che ai parametri attuali ecografici e del cateterismo cardiaco. Circa la situazione invece della bambina con tetrade di Fallot è anche in questo caso indispensabile sapere se ha subito una correzione radicale oppure una palliazione e di che tipo. L'insufficienza della polmonare dopo una correzione radicale è frequente specie se non è stata ricostruita una valvola monocuspide in goretex ma non compromette significativamente l'emodinamica dei pazienti sino a età più avanzate. L'utilità di una Risonanza in questo momento, come richiede, non mi pare indispensabile sulla scorta delle notizie che fornisce

cordialmente