Utente 142XXX
EGREGI DOTTORI,
MIO SUOCERO, IN SEGUITO A PROBLEMI DI PRURITO ED A SUDORAZIONE NOTTURNA HA FATTO UN PRELIEVO DEL SANGUE CHE HA RILEVATO UN ELEVATO VALORE DELLE TRANSAMINASI.
PARTENDO DA QUESTO REFERTO L'INTERNISTA GLI HA PRESCRITTO UN RM ADDOME SUPERIORE CON MDC, UN TC ADDOME COMPLETO CON MDC ED UN TC TORACE CON MDC.
L'ESAME RM, ESEGUITO CON ACQUISIZIONI T1, T2FSE, ....HA MOSTRATO:
COLECISTI MARCATAMENTE ECTASICA, A PARETI REGOLARI, CON CONTENUTO OMOGENEO. DILATAZIONE DELL'EPATOCOLEDOCO(DIAM. MAX DI CIRCA 1,5 CM) CHE PRESENTA CONTENSUTO DI SEGNALE OMOGENEO, CON PROGRESSIVA RIDUZIONE DI CALIBRO FINO A LIVELLO DEL TRATTO TERMINALE, LE CUI PARETI APPAIONO ISPESSITE E PROTRUDENTI NEL LUME DUODENALE. LIEVISSIMA DILATAZIONE DEL DOTTO DI WIESUNG. MODESTO AUMENTO DI VOLUME DELLA TESTA DEL PANCREAS, CHE MOSTRA MARGINI NETTI E REGOLARI. NORMALE ASPETTO DEL CELLULARE LASSO CIRCOSTANTE. NON EVIDENZA DI LESIONI FOCALI EPATOSPLENICHE. NON APPREZZABILI TUMEFAZIONI LINFOADENOPATICHE DELLE STAZIONI LOMBOAORTICHE.
L'ESAME TC, ESEGUITO PRIMA E DOPO INIEZIONE DI M.D.C.E.V., HA MOSTATO:
FEGATO DI DIMENSIONI NELLA NORMA, ASSENZA DI LESIONI FOCALI IN ATTO.VIE BILIARI INTRA, MA SOPRATTUTTO EXTRAEPATICHE DILATATE. IL TRATTO TERMINALE DEL COLEDOCO PRESENTA PARETI ISPESSITE. PANCREAS LIEVEMENTE AUMENTATO DI VOLUME A LIVELLO DELLA REGIONE CEFALICA, BOZZUTA, CON MARGINI NETTI E DI DENSITA' OMOGENEA. RENI DI FORMA E DIMENSIONI NELLA NORMA, SENZA DILATAZIONI CALICOPIELICHE.VESCICA IN SEDE CON PARETI NETTE E REGOLARI.
E' POSSIBILE ESCLUDERE, DA QUESTI REFERTI PROBLEMI DI NATURA TUMORALE?
INOLTRE, CHE PATOLOGIA E' POSSIBILE EVINCERE, DA QUESTE INDAGINI?
RINGRAZIANDO ANTICIPATAMENTE PER UNA RISPOSTA.
SALUTI E BUON FINE SETTIMANA.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Dai dati che lei ha elencato sembra che il problema sia legato ad una neoformazione che impedisce un regolare deflusso biliare in duodeno ( il prurito è un sintomo legato all'aumento dei valori di bilirubina nel sangue) o nel tratto terminale della via biliare principale o del pancreas. In questi casi sarebe indicato eseguire una esofago-gastro-duodenoscopia ed una ecoendoscopia in modo da potere eseguire una biopsia della lesione nel caso in cui venisse confermata ed avere delle informazioni più corrette. Inoltre sarebbe indicato consultare un chirurgo di fiducia.
Grazie
[#2] dopo  
Utente 142XXX

Iscritto dal 2010
grazie a lei per la disponibilità e professionalità.
Per completezza di informazione gli è stato diagnosticato un tumore in prossimità dell'ampolla di Vater nel coledoco.
Fermo restando che verrà operato a breve al Policlinico di Borgo Roma - G.B. Rossi - Verona, perchè la neoplasia è considerata asportabile e non diffusa agli altri organi, volevo chiederLe se esiste qualche probabilità di sopravvivenza oltre i 5 anni.Mi scusi per le imprecisioni nella descrizione, visto che ho avuto queste informazioni solo telefonicamente e ovviamente non sono esperto della materia.
Saluti e di nuovo grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Una previsione di prognosi e di sopravvivenza potranno essere fatti sono dopo una stadiazione completa della malattia e cioè quando ci sarà l'esame istologico definitivo sul pezzo operatorio.
Cordiali saluti!