Utente 214XXX
Sono un ragazzo di 21 anni di caserta, sn da circa 4 gironi allarmato perchè sull'asta del mio pene, a ridosso del glande, è comprarso un nodulo duro che si sta ramificando passando dal lato dx a quello sinistro e questa ramificazione sembra una "radice" che si sta inspessendo; in alsuni punti sembra fissa al corpo del pene , in altr si muove assieme alla pelle del prepuzio. In un punto ove passa questo nodulo sospetto la pelle si è raggrinsita ed indurita ed ho quasi difficoltà a scoprire il glande. Inoltre negli ultimi giorni ho un odore intimo sgradevole anche subito dopo essermi lavato ed il glande nei pressi del meato urinario sta assumento una colorazione verde, violacea, quasi da tumefazione. Sto iniziando ad avvertite anche bruciore e fitte. tutto si è evoluto dal nulla in soli 4 giorni, ora mi sto informando per una visita urologica, andrologica. Ma cosa può essere ? un tumore primitivo o cos'altro ? avevo anche pensato ad una induratio penis, ma questi nodoli mi inducono a pensare altro, oppure al lichen sclerosus.Ho molta paura, specie che me lo taglino.

grazie saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Se e' sulla pelle non di tratta di ne di tumore ne gi indurazio ma potrebbe essere una cisti cmq solo con una visita può avere una diagnosi certa
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non si butti a fare autodiagnosi avventate ed inutili.

Sempre in casi complessi e particolari come il suo è impossibile, senza una valutazione clinica diretta, formulare una risposta precisa e corretta, cioè capire la causa del suo problema e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare a livello diagnostico e/o terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare un esperto andrologo.

Un cordiale saluto