Utente 510XXX
Salve a tutti, Ho 21 anni e circa 1 mese fa ho deciso di avere il mio primo rapporto sessuale con la mia ragazza! Durante le fasi preliminari ho raggiunto immediatamente l erezione,anche solo baciandondomi,poi abbiamo fatto petting e l erezione non si e' mai interrotta!Dopo di che stavamo per avere un rapporto sessuale completo! Il problema e' che penetrando sento un fastidio..quasi come se la vagina fosse troppo stretta (ma lei non e' vergine,anzi ha avuto molto esperienze)..e sento la pelle del pene tirare... questa cosa mi fa perdere la concentrazione e perdo l'erezione!Abbiamo provato altre volte.. ma dopo non piu di 10 secondi ke la penetravo perdevo ogni volta l'eccitamento!!Solo una volta sono riuscito a rimanere eretto per circa 1 minuto!...QUando sto penetrando un mix di fattori mi fanno perdere totalmente la concetrazione.. il fastidio che sento..troppi pensieri in testa...non sono tranquillo!Ho pensato che potrebbe incidere il fatto che il mio pene e' abbastanza piccolo..circa 15 cm e quando penetro fa presto ad essere tutto dentro...e non ho molta possibilita d movimento altrimenti esce..ma dubito sia questo il problema.... Un altra cosa importante e' che quando le mi masturba manualmente o mi pratica del sesso orale.. in quel caso mantengo l erezione ma non raggiungo mai l'orgasmo! E non sento alcun piacere! E' difficile da descrivere ma e' come se il mio pene fosse poco sensibile al tatto ... non mi accorgo quasi della presenza della sua mano nel mio pene... o comunque molto poco! Quando mi masturbo da solo invece provo piacere...e raggiungo l orgasmo! Se mi masturba lei no...l erezione dura molti minuti poi dopo stanco...perdo ovviamente l erezione..!!!!

IO penso che sia un problema psicologico, non fisico, altrimenti non raggiungere l erezione quando mi masturbo da solo o quando mi masturba lei.. voi cosa ne pensate??? Quando mi masturbo da solo non mi e' mai capitato di non avere un orgasmo... e l'erezione la raggiungo sempre! l' unica cosa che ho notato e' che se mi masturbo stando in piedi..non sempre raggiungo una piena erezione.. quasi come se fossi meno eccitato e faccia piu fatica a venire! Anche stando steso!lo stesso!...l eccitazion e' massima se sto seduto! potrebbe essere che essendo abiutato a masturbarmi da anni..da solo e seduto... posizioni nuove come stare stesi o in piedi e CON UNA RAGAZZA..facciano si che non riesco ad eccitarmi perche e' una situazione diversa da quelle a me abiutali?.. Cmq aldila d erezione che perdo quando penetro..non si spiega nemmeno il fatto che se lei mi masturba non raggiungo mai l'orgasmo....ed il mio pene e' poco sensibile alla sua mano..!! un anno fa con un altra ragazza con cui avevo fatto SOLO petting.. mi era accaduto lo stesso... lei mi masturbava.. ma avvertivo pochissime senzazioni.. anche se l erezione c'era, non avvertivo molto la presenza della sua mano e quindi non provavo piacere...!!

grazie dell' ascolto, in attesa di qualche gentile risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo in cerca di verità...che no esistono!Se ha tanti dubbi,prima di andare in totale confusione (un pene di 15 cm. é perfettamente normale!...),Le consiglio di farsi consigliare un bravo andrologo dal Suo medico di famiglia.Una accurata visita all'apparato genitale può illuminarLa in proposito.Cordialità
[#2] dopo  
Utente 510XXX

Iscritto dal 2007
grazie della risposta, bhe ma le mie erano solo ipotesi, per questo ho chiesto un parere a voi dottori qui, comunque grazie... se posso avere altre risposte con qualche parere in piu sarei contento :) per quanto riguarda andare da un andrologo non so, francamente io ho molta vergogna ad andare da un medico e farmi visitare l apparato genitale..penso che non riusciro mai ad andarci anche a costo di non avere mai un rapporto sessuale..! sono troppo timido, forse e' questo il mio problema! diciamo che a me piacerebbe sentire risposte per capire leggendo quel che ho scritto cosa pensane!Ipotizzando teoricamente che io non riesca mai ad avere un soddisfaciente rapporto sessuale per me non e' un dramma!non e un problema!Mi dispiace solo probabilmente per la mia ragazza, lei magari considera la sessualita piu importante di me, io se non raggiungo l orgasmo con lei vivo traqnuillamente, lo raggiungo da solo tanto! Pero se a lei piacerebbe raggiungerlo con me mi piacerebbe acccontentarla! Pero ecco io la sessualita la vedo cosi, non la sento indispensabile in una storia d amore, e del tutto superfluea! MI piacciono molto i baci e gli abbracci, ma il sesso secondo me e' solo una cosa in piu che non serve a dimostrare l amore..! forse e proprio per questa mia concezione dl sesso che ho problemi nel farlo...
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Chiedo scusa se mi intrometto in un argomento non strettamente di mia competenza, ma mi sembra che il ragazzo abbia bisogno di capire alcune cose, o meglio di aver conferma di alcune cose che egli stesso ha già compreso.
Caro ragazzo, mi sembra di capire che il tuo non è un problema "fisico", e neanche psicologico, quanto forse di una scelta dettata da concetti e convinzioni che stanno formando la tua personalità, ma che possono, alcuni, essere errati.
La società di oggi, lo vediamo tutti i giorni, ci bombarda e ci riempie di sesso e sessualità in tutte le salse e ad ogni piè sospinto: anche, per es. per pubblicizzare un'auto o un trattore o una marmellata si ricorre allo stimolo sensuale e quindi sessuale per porre l'attenzione al prodotto e quindi farlo ricordare e acquistare.
Questo ha portato a un disvalore della sessualità che quindi è venuta via via disgiunta, nell'immaginario proprio e collettivo, dal sentimento AMORE.
Ora, è qui che si deve cogliere l'essenziale: capire comunque che, a prescindere dalla libertà dei costumi e dalla evoluzione delle abitudini nei rapporti sociali,ognuno di noi è un individuo a sè che deve pensare e agire secondo le proprie convinzioni.
Tornando al tuo caso personale, non devi ritenere che la sessualità non sia importante in una storia d'amore, perchè così rischi di usare il sesso solo per una necessità fisiologica e non è così, non deve essere così.
Credo che tu stesso hai centrato un po' il problema: l'abitudine alla masturbazione che è un momento intimo solo tuo, in cui puoi fare,muoverti, dire quello che vuoi senza confrontarti con l'altro sesso, senza dover "dipendere" dalle esigenze di nessuno, ma solo dalle tue, ti porta ad avere quei "disturbi" di cui parli, ma se incominci a pensare che il sesso si fa in due e che in due bisogna essere soddisfatti e che l'amore è un grande sentimento come l'amicizia che va oltre dove questa si ferma, saprai cogliere l'essenza importante di un rapporto sessuale non fine a se stesso.

Con i migliori auguri per tutto

Dr.Giovanni Migliaccio

[#4] dopo  
Utente 510XXX

Iscritto dal 2007
mille grazie della risposta Dottor Migliaccio :) pero' non penso la mia sia una scelta... o meglio, che io veda la componente sessuale come non importante o comunque non indispensabile in una storia non e' che lo decida io.. e' una cosa che sento! quando mi innamoro di una persona.. io sono felice anche solo a guardarla negli occhi, parlare passare il tempo insieme... ridere, scherzare.. baciarsi... IL SESSO io la vedo come un cosa in piu..come puo essere andare al cinema....andare a far una passeggiata......!..... Pero non so se questo sia collegato al fatto che quando inizio a penetrare..perdo eccitamento.... ! Per me l amore e un grande sentimento!!! NE sono certo... pero per me lo e' anche senza la componente sessuale...!questo non significa che due innamorati non debbano fare l' amore! La persona che ami e' la persona piu vicina, che ti piace, e che passa la maggiorparte del tempo con te...e quindi con lei puoi condivedere anche un approccio fisico che da piacere!certamente!...ma comunque perche dovrebbe essere questo mio pensiero a causarmi problemi di erezione??.. io sarei contento a provare piacere con lei, e a farle provare piacere...anche se m interessa piu il suo d piacere.... del mio... io non sto male o non sono triste...per il fatto che non ho avuto mai orgasmi con lei.. per me nn e' un problema..!pero avere un rapporto sessuale..per poter capire cosa si prova sessualmente in due... mi piacerebbe!... forse vedo il sesso come una cosa troppo meccanica?..so solo che quando sono li per penetrarla io sono agitato e ho mille pensieri per la testa... oltre che domande paranoiche che mi vengono.... "sto facendo giusto" " manterro' l' erezione? (ci riusciro questa volta)..

ce' un trucco, un modo, per distrarsi e spegnere il cervello?? un trucco per essere rilassati e non avere mille paranoie in testa? un' altra cosa che ho notato e' che quando mi masturbo da solo, anche gia' dall inizio dell erezione fino al orgasmo...al di la del pene eretto, sento dentro d me maggiore eccitazione e ci metto poco ad eccitarmi!...in due sento piu un senso d impotenza..e anche quando sono eretto.. il mio pene diventa eretto solo perche viene stimolato molto.. e non mi sento molto eccitato anche se il pene e' eccitato
[#5] dopo  
Dr. Ciro Iannone
24% attività
0% attualità
12% socialità
AREZZO (AR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
In assenza di cause organiche, fisiche, il desiderio sessuale con le sue risposte ha un solo nemico: l'ANSIA ! L'ansia scaturisce sempre da una paura, un timore, una preoccupazione ed è utilizzata dal sistema nervoso come un meccanismo di difesa al fine di " soffrire meno ".
Se compare subito c'è l'inibizione del desiderio, se compare nella prima fase dell'eccitazione si hanno disturbi erettili, mentre nella fase dell'orgasmo l'ansia lo può inibire, precocizzare o ritardare.
Gli esempi di causa dell'ansia sono tanti: la prestazione sessuale, le pretesi sessuali, il rifiuto, i sensi di colpa, di vergogna, le attese della partner, i conflitti sessuali, quelli infantili, l'errata informazione ed educazione sessuale, la paura dell'intimità, etc......
Per ognuna di queste cause, appena compare il piacere sessuale, l'ansia agisce come un freno inibitorio sulla prestazione, generando disagio, tensione, rabbia, repulsione.
Oggi l'uomo a letto è assalito da un disagio profondo e lo dimostra drammaticamente con disturbi dell'erezione ( 11,6% ), eiaculazione precoce ( 14,8% ), blocchi psicologici ( 15,6% ), incapacità di soddisfare la donna (21,4% ):
necessita il consulto da un sessuologo