Utente 214XXX
salve, ho 21 anni e purtroppo credo di soffrire di eiaculazione precoce.
sto da due mesi con una ragazza, i primi rapporti sono stati pressoche "comici" ma si potrebbe giustificare come "ansia da prima volta"... poi pero le cose non sono migliorate. se si parla di masturbazione direi che i miei tempi sono assolutamente soddisfacenti, mentre nel caso di un rapporto completo l'eiaculazione si presenta entro il primo minuto e spesso anche prima...
vorrei pero sottoporvi dei miei dubbi:
ho letto di ipersensibilita del glande o di prepuzio esuberante come causa dell'eiaculazione precoce... ma quando si puo affermare cio? allo stato "normale" il mio glande è completamente coperto e una porzione di pelle che addirittura lo supera di 8/9mm nonostante cio non ho difficolta a tirare indietro la pelle per far uscire completamente il glande. in erezione invece riesco a tirare la pelle fin sotto il solco balano ma non oltre. ho letto che mancanza di rapporti e masturbazione, qualora non vi siano malattie, possono essere la causa di eiaculazione precoce "momentanea", è vero cio? come la si supera?
è possibile che il mio problema sia dovuto anche alla "posizione" dell'atto? grazie dell'attenzione, attendo una vostra risposta. cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
l' eiaculazione precoce può avere cause psicogene (più freqenti) ovvero organiche (malformazioni del pene, infiammazioni) ovvero logistiche (troppo poche eiaculazioni), spesso queste cause si sovrappongono. E naturalmene la terapia è dicversa a seconda della causa. La posizione dell' atto non c' entra., Senta un collega dal vivo per diagnosi e terapia.
[#2] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
egregio dottore, ma nel caso in cui non vi siano cause organiche, una maggiore attivita sessuale potrebbe quindi risolvere sia quelle logistiche sia quelle psicogene (attraverso un aumento della "complicita" nella coppia), giusto?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Appunto potrebbe, usiamo il condizonale, che tocca al collega valutare dal vivo.
[#4] dopo  
Utente 214XXX

Iscritto dal 2011
la ringrazio dell'attenzione. vorrei chiederle, inoltre e ringraziandola anticipatamente, da un punto di vista puramente informativo, quand'è che si parla di ipersensibilità o di prepuzio esuberante? esistono canoni, parametri? maggiori informazioni in materia eviterebbero paranoie magari infondate, purtroppo non ho trovato nulla al riguardo in rete.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

"ipersensibilità e prepuzi esuberanti" sono altri problemi andrologici non sempre collegati ad una eiaculazione precoce.

Bisogna ora sentire in diretta, come già dettole dal collega Cavallini e senza perdere altro tempo prezioso, un bravo andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html .

Un cordiale saluto.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ipersensibilità e prepuzio esuberante sono neologismi clinici (novità) coniate da internet a scarsa rilevanza clinica.