Utente 215XXX
da settembre scorso (2010) la mia prostata si è varie volte infiammata. la prima volta mi fu detto che la cosa era legata ad una colite spastica,ma col tempo, anche quando la situazione intestinale è migliorata, il fenomeno si è ripresentato. l'andrologo dal quale attualmente sono in cura mi ha dato una serie di consigli di ordine sessuale, invitandomi a non mandare la prostata sotto sforzo e il mese scorso mi ha prescritto una terapia a base di profluss (una compressa due volte al gg) dicendomi poi di fare spermiocoltura e spermiogramma.
il fastidio che mi porto dietro da un pò è legato a questo: nel momento in cui comincio ad eccitarmi, anche di fronte a fenomeni banali quale può essere il passaggio di una ragazza che mi attrae, sento che all'interno del retto qualcosa si dilati o avverto fastidio nella zona perineale.
a tutt'oggi questo fenomeno si manifesta, nonostante io da un bel pò (sono 10 mesi ormai!!)io abbia cambiato stile di vita: mangiare in maniera sano, zero superalcolici, zero birra, vino, molto movimento, evitare coito interrotto e ritardo dell'eiaculazione.
questi sono i risultati di spermiocoltura e spermiogramma

SPERMIOCOLTURA
ESAME MICROSCOPICO: NEGATIVO
ESAME COLTURALE: NEGATIVO

SPERMIOGRAMMA
CAMPIONE RACCOLTO IN SEDE
ASTINENZA 4GG

DESCRIZIONE
ASPETTO: NORMALE
FLUIDIFICAZIONE: COMPLETA
CONSISTENZA: NORMALE

VOLUME: 3,5 ML (LIVELLO DI NORMALITà: 1,5 ML)
PH: 7,9
CONCENTRAZIONE SPERMATICA: 42 MILIONI/ML
CONTA TOTALE: 147 MILIONI/VOL
CELLULE ROTONDE TOTALI: 2 MILIONI/VOL
LEUCOCITI 1,0 MILIONI/VOL
AGGLUTINATI: ASSENTI

MOTILITà
MOTILITà PROGRESSIVA BASALE: 39 (>32)
MOTILITà TOTALE BASALE: 60 (40)
PARAMETRI CINETICI
VCL: 36
LIN: 51
ALH:5
TEST FUNZIONALI
TEST DI VITALITà (EOSINA) 80
SWELLING TEST: 60
MORFOLOGIA: FORME NORMALI 35
MAR TEST
ANTIC ANTISPERMATOZOI ADESI: 0
FRUTTOSIO: 2,4

CONCLUSIONI: CONTA SPERMATICA NORMALE, NORMALE MOTILITà PERCENTUALE.
I LIVELLI DI RIFERIMENTO SONO IN ACCORDO CON IL MANUALE WHO 2010.

CIò MOSTRATO, VI PONGO QUESTI QUESITI: LO SPERMIOGRAMA COME VI SEMBRA?SONO POTENZIALMENTE FERTILE?PERCHè NON RIESCO AD ELIMINARE QUEL FASTIDIO A LIVELLO RETTALE E PERINEALE CHE MI COMPORTA ANCHE INDOLENZIMENTO TESTICOLARE? (TENENDO PRESENTE CHE COLONOSCOPIA E DEFECOGRAFIA NON HANNO EVIDENZIATO ASSOLUTAMENTE NULLA)MI CONSIGLIATE AL TRE ANALISI?
GRAZIE E CORDIALI SALUTI
LA MIA è FORSE UNA PROSTATITE CRONICA

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che abbia eseguito le analisi del caso che,tralaltro,non supportano la diagnosi di prostatite cronica che,temo,sia una autodiagnosi...
Le consiglio di seguire,sempre,i consigli di uno specialista che ha il privilegio di visitarLa,al fine di non entrare in maggiore confusione.Lo spermiogramma va considerato "potenzialmente fertile".Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

Una PPS ( sindrome da dolore pelvico) potrebbe determinare parte dei disturbi che lei ha lamentato e lamenta senza che debba necessariamente essere presente una prostatite.
Le indagini effettuate dovrebbero tranquillizzarla con la consapevolezza che la terapia potrebbe richiedere molto tempo prima di guarirla definitivamente.
Il liquido seminale sembrerebbe potenzialmente in grado di poter fecondare una donna che stia bene
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Gentili dottori,
il fatto è che io da più o meno dieci mesi ormai vado da uno specialista all'altro e grossi miglioramenti non ne ho visto..anzi..!!
questo fastidio a livello rettale e a livello perineale nel momento iniziale dell'eccitazione a volte mi crea non pochi problemi. quindi mi chiedo:c'è una cura non solo a base di profluss?perchè il mio andrologo non va oltre?sinceramente sono un pò sfiduciato perchè è dal settmbre 2010 che sono in difficoltà e tranne che per pochi periodi il fastidio non è stato eliminato.
Grazie e cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
inoltre: è possibile che sia una cosa cronmica con cui dovrò convivere?ha un'origine pisco-somatica?come si fa per "rilassare" quell'area?
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...da questa postazione telematica non e' possibile dare consigli ulteriori.Si affidi al giudizio dello specialista di riferimento.Cordialita'.
[#6] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
grazie per la profondità del messaggio
ossequi
[#7] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
nelle linee guida del sito viene ben espresso il suo scopo, cioè quello di fornire consulti a chi vuole ascoltare una seconda opinione ed avere una indicazione con tutti i limiti, ovviamente, di un servizio online.

Con più precisione le linea guida, nella sezione 1. recita:

1. ricorda che questo servizio non può sostituire la visita reale presso un medico, che è l'unica metodica consentita per eseguire diagnosi e prescrivere
un trattamento
2. lo scopo dei consulti è quello di valorizzare e mai di sostituire la visita medica, di offrire (quando possibile) orientamento alle problematiche, senza
azzardare diagnosi o terapie per via telematica
3. non pretendere risposte o soluzioni che non possono giungere attraverso questo servizio, ma fai un uso coscienzioso dei suggerimenti ricevuti e
riportali al tuo medico curante
4. sii educato e rispettoso nel dialogo coi medici poiché non hanno nessun obbligo di risposta ma partecipano al forum in modo volontario e gratuito
compatibilmente al loro lavoro
5. non utilizzare il servizio per pigrizia nel rivolgerti al tuo medico di
base: è sempre lui il primo referente da contattare per i tuoi problemi di salute

Nel suo caso specifico non ci sembra ravvisare tale situazione, siamo certi riesca a comprendere

Cordiali saluti,
staff@medicitalia.it