Utente 183XXX
Dopo i miei due aborti spontanei (avvenuti tra la 5 e la 6 settimana), aspettando l'esito dei miei tamponi abbiamo deciso di fare spermiogramma e spermiocultura al mio compagno (30 anni compiuti a gennaio)....

Questi gli esiti:
COLTURA PER AEROBI E MICETI DEL LIQUIDO SEMINALE
Presenza di flora commensale saprofita. cos'è?
All'esame microscopico presenza di rari polimorfonucleati

ANALISI DEL LIQUIDO SEMINALE

Esame macroscopico
Fluidificazione completa
Viscosità nella norma
Volume 4.0 ml (rif. =2 ml)
ph 8.0 (7.2-8.4)

Esame microscopico
N. spermatozoi
Concentrazione 115milioni (>o=40 milioni)
Concentrazione 28.7milioni (>o=20 milioni)
note: normospermia se entrambi i requisiti vengono soddisfatti

Motilità
a.progressiva, rapida, lineare 19,0 % (nella norma >25% )
b.lenta lineare o non lineare 10% (oppure a+b=50%)
c.non progressiva 3%
d. immobili 68%

Morfologia
forme normali 67% (nella norma sup. 50%)
forme anormali 23%
forme giovani 10%
cellule rotonde 3.0 che sono? (nella norma <1ml)
(costituite da leucociti e cellule della via germinale)
Zone di agglutinazione rare di natura aspecifica

CONCLUSIONI
QUADRO DI NORMOZOOSPERMIA CON LIEVE IPOCINESIA
PRESENZA DI RARE EMAZIE

Test di colorazione sopravitale 23%(spermatozoi vivi fra quelli immobili).

Desidero un parere Vs. Sicuramente ci riferiremo al medico di base che ci indirizzerà ad uno specialista andrologo.
Ringrazio già da ora per la disponibilità e del servizio offerto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

la flora batterica saprofita è la normale popolazione batterica non patologica che può trovarsi, per una contaminazione del campione, quando si fa una valutazione colturale.

Detto questo l'esame che ci invia non sembra drammatico anche se sembra fatto in ambiente non dedicato ed aggiornato.

Ad esempio per il parametro morfologia si ricordi che dal 1999, dati confermati poi nel 2003, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto dei criteri di valutazione molto ristretti e, per questo parametro, la normalità posta prima al 50%, è scesa al 14-15% ed ora, con le nuove indicazioni date nel 2010, ancora più ristrette, la percentuale è ancora ulteriormente scesa.

Senta o risenta con il marito ora in diretta anche un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.

Comunque, se desidera avere più informazioni dettagliate sui corretti rapporti tra andrologo e ginecologo in un Centro di Procreazione Medicalmente Assistita, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/201-andrologo-ginecologo-devono-interagire-correttamente-infertilita-coppia.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dott. Giovanni Beretta,
La ringrazio per la risposta a me fornita; non mi è chiaro cosa volesse intendere con "sembra fatto in ambiente non dedicato ed aggiornato"... intende che il laboratorio dove l'abbiamo fatto non segue le linee guida aggiornate?
In effetti non siamo seguiti da nessun andrologo per il momento, ma di certo provvederemo al + presto!
Un'ultima domanda: per le emazie dobbiamo preoccuparci? a cosa sono dovute?
e l'ipocinesia compromette la fertilità?
dobbiamo astenerci da rapporti sessuali non protetti (considerato il ns. desiderio di riprovare a cercare una gravidanza) in questo periodo?
Ringrazio sentitamente.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

il perché della mia sensazione sul fatto che il laboratorio non è aggiornato glielo già data ed è questa: " per il parametro morfologia ad esempio dal 1999, dati confermati poi nel 2003, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha posto dei criteri di valutazione molto ristretti e, per questo parametro, la normalità posta prima al 50%, è scesa al 14-15% ed ora, con le nuove indicazioni date nel 2010, ancora più ristrette, la percentuale è ancora ulteriormente scesa.

Quindi una morfologia normale al 67% è poco credibile!

Tutti gli altri dati riportati nell'esame inviatoci vanno poi anch'essi verificati con il vostro andrologo od urologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana e ripetendo naturalmente l'esame in laboratorio più dedicato.

Infine non vedo la necessità di avere rapporti sessuali protetti, dato che la coltura fatta non è significativa per un problema infiammatorio supportato da microrganismi patogeni.

Un cordiale saluto.