Utente 215XXX
Espongo il mio problema, dopo uno sforzo con le mani (sia con uso di guanti che senza) per scaricare pesi o uso di attrezzi (chiavi inglesi o cacciaviti) , compaiono questi sintomi, dapprima inizia rossore, prurito, gonfiore, ed alla fine dolore non acuto , profondo nella parte gonfia della mano.
Il problema dura esattamente tre giorni poi scompare dopo assunzione di antistaminico per alleviare il prurito e anti infiammatorio, per il gonfiore, medicinali prescritti dal mio medico curante.
Secondo il medico di famiglia potrebbe trattarsi di allergia da contatto, ma se uso i guanti per lavorare continuo ad avere questo problema. Ha richiesto una visita allergologica che devrò fare tra un bel po visti i tempi di attesa.
Il problema si era presentato anche al piede destro dopo che avevo lavorato l'orto con il badile, il piede di sforzo sul badile si era comportato come sopra descritto. Il problema è cominciato da un anno con casi sporadici e poi via via sempre + frequenti.

Uomo, 47 anni,
2001 tiroidectomia totale per tumore, farmaco eutirox 175 mg;
2003 diabete mellito farmaci : solosa + actos + victoza;
2009 infarto miocardio trattato con 1 stent , farmaci : cardioaspirina, triatec e triatec htc, norvasc, sequancor, torvasc.

Gli esami che effettuo ogni 3 mesi sono nella norma per quanto riguardano le patologie sopraelencate.

Cosa potrebbe essere e/o visto che i primi problemi sono comparsi dopo l'infarto, qualche farmaco per il cuore potrebbe interferire o scatenare questo mio problema che diventa sempre + fastidioso.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
E' una sensibilità alla pressione sulla cute, esiste una ipersensibilità alla pressione di oggetti in pazienti che fanno farmaci del tipo che fa lei, che spesso causano alterazioni della sensibilità vascolare. Sono farmaci necessari e le patologie che ha non possono essere trascurate. Se si risolve con un antistaminico, anche preso ciclicamente lo prenda, potrebbe anche scomparire improvvisamente.
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio della risposta, volevo chiederle se poteva trattarsi di angioedema, visto che i primi problemi sono comparsi dopo l'infarto, l'aspirina e gli ace-inibitori, sommati al cibo, potrebbero scatenare una reazione di eccesso di istatina.