Utente 215XXX
Vorrei un chiarimento su un dubbio che mi affligge. Circa 1 anno da sono stato colpito da una prostatite acuta diagnosticata da una spermocultura, ho effettuato al tempo una cura di ciproxin 500 per 40 giorni e i sintomi sono scomparsi. A distanza di un anno ho fatto una visita di controllo da un urologo il quale ha così referenziato: obbiettivita tutto nella norma, prostata al tatto elastica e normale, massaggio assenZa di leucociti dopo massaggio prostatico, spermocultura negativa assenti leucociti emazie assenti prostata sana. Non ho nessun tipo di sintomo il dubbio che mi permane e' che magari la prostatite puo essere ancora presente magari in maniera asintomatica. Ci sono altri esami da fare oppure questi fatti possono già escludere una prostatite? Per capire se c'e una forma asintomatica bisogna fare una biopsia? Vi faccio questa domanda perché la ho letta su internet. Grazie per la cortesia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
gli esami fatti ed il suo racconto escludono qualsiasi infiammazione prostatica. Nessuna biopsia è necessaria.
Le chiedo fin d' ora scusa, ma in questo sito vi è personaggio che reitera questa domanda con fare provocatorio a più non posso: se lei è la tal persona si astenga, se è un utente spaventato si tranquiklizzi. E scusi.
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la rapida risposta non sono io quel personaggio. Un ultima domanda una persona che ha avuto una prostatite ed e' guarito e' piu predisposto ad averne un altra (rispetto uno che non l ha mai avuta)oppure ha le stesse probabilità.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
I maschi si divedono in tre categorie: quelli che hanno prostatite, quelli che l' hanno avuta e quelli che ce l' avranno. Per cui difficile parlare di frequenmza di recidive, lei ha 35 anni, ne camperà secondo le stime altri 45-50: le tornerà. E poi la si curerà come questa. Dorma tranquillo.
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Per cui viene a tutti?
[#5] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Potrebbe anche non tornarmi?
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
esatto ad entrambe.
[#7] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Un ultima informazione, poi non le ruberò piu del tempo ritiene ancora auutuale questa risposta
http://www.medicitalia.it/consulti/Andrologia/59066/Prostatite-deficit-prostatite-dolore-deficit-erettivo
Grazie
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
se no ha la prostaite non si deve preoccupare.
[#9] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Ma la risposta e attuale?
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Attualissima, certificata, inappellabile, competente e completa cioè finita.