Utente 122XXX
Buongiorno a tutti i medici. Mio padre, 63 anni, 170 cm, 74 kg, nessuna patologia antecedente, ha subito 35 giorni fa un intervento di sostituzione valvola aortica per via di una severa stenosi aortica. Dall'intervento prende piccola dose di mantenimento di anti-coagulante, betabloccanti, anti-aritmico, inibitore poma protonica.
Tuttavia è stabile, o addirittura si aggrava, l'"anemia sideropenica" diagnosticata alla dimissione dell'ospedale e per la quale prende da 15 gg acido folico e ferro. La prima visita cardiochirurgica a 33 gg dall'intervento non segnala nessuna anomalia e vien detto
a) di continuare ferro ed acido folico fino a ristabilire i valori
b) che l'anemia puo essere indotta o peggiorata dal cocktail di medicinali che purtroppo deve prendere ancora per un paio di mesi
Ecco io mi chiedevo se l'anemia non dipenda da altro o se potrà guarire visto che gli esami non danno segni di miglioramento. Il paziente lamenta dispnea e fatica, è visibilmente anemico con colorito pallido/olivastro molto differente da prima dell'intervento. Il nostro medico di famiglia dice solo di portare pazienza e si vedrà al massimo tra un altro mese se fare altri esami più approfonditi o variare cura ferro. Voi che leggete cosa ne pensate?

Qui i risultati dell'ultimo emocromo:

Globuli rossi 3420000 (3500000 - 5500000)
Emoglobina 9,9 (12 - 18)
Ematocrito 30,1 (37 - 52)
Vol glob medio 88,1 (82 - 100)
MCH 28,9 (26 - 34)
MCHC 32,9 (31 - 37)
Glob bianchi 8750 (4000 - 10000)
Piastrine 258000 (100000 - 400000)
Granulociti NEUTRO 55,9 (40 - 75)
Granulociti EOSINO 5,3 (1 - 5)
Granulociti BASOFI 0,8 (0 - 22)
Linfociti 29,4 (20 - 45)
Monociti 8,6 (1 - 12)
Azotemia 40 (18 - 50)
Creatinina 0,87 (0,73 - 1,18)
AST 20 (<45)
ALT 21 (<45)
Gamma gt 24 (12 - 64)

Ringrazio sentitamente dell'attenzione e della eventuale cortese risposta ai dubbi esposti nel mio messaggio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Sarebbe importante che lei riportasse la sideremia, la transferrinemia e la ferrigna ed i reticolociti, in modo che il quadro sia completo.
La anemia che risulta dagli esami che lei riporta non è drammatica.
Saluti
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Ieri mattina il nostro medico curante ha detto la stessa cosa degli esami di cui sopra ed ha considerato che "passerà" certamente, quindi non ha prescritto esami più specifici sul ferro, etc.
Anzi ha interrotto la somministrazione per bocca di folati e dimezzato la dose di ferro da assumere a complemento.
La ringrazio infinitamente della risposta.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È invece importante capire se l anemia fosse da perdita o da ridotto assorbimento di ferro o da scarsa produzione del midollo.
Ferritina, transferrina e siderei ci darebbero dati importanti.
Così come sarebbe importante eseguire una ricerca di sangue occulto nelle feci
Cordialmente
Cecchini
www.cecchinicuore.org