Utente 120XXX
Salve,
vorrei prima di tutto complimentarmi per l'ottimo servizio offerto!

Espongo rapidamente il mio problema, che ha inizio circa 2 mesi fa!

Mi accorgo circa 2 mesi fa di un lieve, ma costante, dolore testicolare situato in particolar modo nel testicolo sinistro! Il dolore divenuto nei giorni sempre più insistente e fastidioso mi ha condotto a richiedere una visita presso un andrologo di mia fiducia.
Quest'ultimo, ad una analisi piuttosto frettolosa per mia opinione, inizialmente basa la sua diagnosi su un infiammazione al testicolo prescrivendomi delle pillole credo di ricordare con effetto anti infiammatorio... Non ricordo al momento il nome delle pillole, ma non credo sia importante al momento dato che la cura non ha sortito alcun effetto... Il dolore è rimasto e sono tornato per un secondo consulto...
Questa volta il medico mi sottopone ad una visita rettale ed ad una ecografia al testicolo, la diagnosi è una prostatite accompagnata da una "lieve" (questo il termine da lui utilizzato) varicocele. Nel frattempo in effetti al dolore testicolare si erano affiancati dei fastidi, simili a fitte, all'altezza del fianco sinistro...

Mi prescrive dieci giorni di antibiotico Cyprex (se non vado errato) accompagnato da supposte di Topster, da assumere ogni 24 ore!

Ho seguito la cura alla lettera, ma dopo i canonici 10 giorni non ho sortito effetti se non una lieve diminuzione del fastidio testicolare... ma che comunque continuavo ad avvertire!

Il medico mi suggerisce di interrompere per una settimana la cura e di riprenderla successivamente per altri 10 giorni... E cosi ho fatto...
Il risultato è stato pressocchè identico, anche se devo ammettere una diminuzione del fastidio testicolare che arrivato alla fine della cura si presentava soltanto poche volte durante il corso della giornata o addirittura in certi giorni non lo avvertivo affatto... Restava però la presenza di fitte all'altezza del fianco sinistro...

Contatto nuovamente il medico e mi suggerisce di continuare la cura di Topster per altri 7 giorni e di interrompere l'antibiotico... Cosa che ho ovviamente fatto e che mi ha portato al momento in cui scrivo queste righe...

Purtroppo per me il dolore testicolare è tornato a farsi sentire più insistentemente negli ultimi giorni e la stessa cosa vale per le fitte che ho descritto poco prima!

Sono in attesa di un nuovo incontro con il medico, al quale chiederò una nuova ecografia...
Nel frattempo vorrei da Voi un parere sulla mia condizione e la risposta ad alcune domande che al momento mi viene da porre...

La "lieve" varicocele è collegabile alla presenza della prostatite o è da considerarsi come una cosa a se?

E' sconsigliata l'attività sessuale nelle mie condizioni, dato che avverto un accentuazione del dolore nei giorni successivi ad un rapporto? (il mio medico mi ha risposto di no, ma una seconda campana è gradita)

In attesa di una sicura risposta vi porgo i miei più cordiali saluti!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,esegua un'ecografia delle logge renali ed un esame delle urine con coltura.Ha mai sofferto di coliche renali?Ha mai eseguito uno spermiogramma con coltura.Quanto ai rapporti sessuali,vada a sensazione. Cordialita'