Utente 215XXX
A seguito di un trauma sportivo con gli sci a fine Marzo 2011 ho avuto la rottura totale del muscolo gemello mediale della gamba sinistra al suo passaggio miotendineo distale con retrazione craniale del moncone di circa 2,5 cm. Dall'ecocolor doppler effettuato il 15 Aprile 2011 è risultata una "trombosi delle vene gemellari mediali e laterali" ed ho iniziato immediatamente a portare un gambaletto elastocompressivo II classe e sottopormi alla cura T.A.O. con Coumadin per mantenere INR fra 2 e 3. Alla visita di controllo ecocolor doppler del 18 Luglio 2011 ho avuto le seguenti risultanze: "Vena femorale comune, superficiale e poplitea ben comprimibili in assenza di reflussi patologici; non segni di TVP pregressa né in atto. Non importante reflusso a carico del sistema venoso profondo. Ostio safeno femorale e safena interna pervi e continenti. Pervietà delle vene gemellari mediali e laterali" Le domande sono le seguenti: Mi posso considerare guarito?? E' opportuno continuare con l'elastocompressione sopratutto per i viaggi aerei?? Per quanto tempo?? Devo mantenere il gambaletto anche di notte??E' opportuno assumere per qualche tempo della cardioaspirina?? Grazie mille per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Il responso dell'ecocolordoppler deporrebbe per una guarigione senza esiti.
E' in ogni caso utile mantenere una elastocompressione durante la giornata, specialmente se la sua attività La costringe a posizione eretta o condizione sedentaria.
Sulla validità dell'antigregazione come prevenzione della TVP esistono molti dubbi.