Utente 106XXX
Salve a tutti i medici avrei un quesito da porvi:

Piu di un mese fa durante una scazzottata ricevetti un paio di pugni (neanche poi cosi forti) sul costato destro all'altezza del fegato. Il mattino dopo accusai dolore ma non mi recai dal medico presi per una settimana oki e dopo circa tre settimane il dolore scomparve, avevo solo un leggero dolore premendo sulla parte interessata. 2 giorni fa giocando con dei miei amici facendo movimenti bruschi con la schiena ( tipo giocavamo a spintonarci e buttarci per terra) senza prendere colpi diretti alla parte che in passato mi faceva male ho sentito un forte dolore. Il mattino dopo il dolore era insopportabile e sono andato al prontosoccorso dove con delle radiografie hanno accertato questo:

"Frattura decima costa di destra con iniziali segni di apposizione ossea riparativa. non sono attualmente riconoscibili altri segni di recenti fratture costali a destra.
date le peculiarità delle lesioni costali non sempre evidenti ammo studio radiografico eseguito a breve distanza di tempo dal trauma, persistendo la sinomatologia dolorosa,utitle, a discrezione del sanitario curante controllo mirato.

Da quanto ho potuto capire la frattura non è recente ma puo essere correlata al primo fatto di quando mi sono preso il pugno e non mi sono fatto controllare.
Quello che volevo sapere e normale che a distanza di piu di un mese la costola non si sia "risaldata"completamente?
E normale che per un trauma neanche a perere mio violento vi è stata una frattura della costola?

Attendo risposte cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Paolo Macri'
28% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
la verità è che non si riesce a capire se lei la frattura o almeno una incrinazioe la potesse avere al primo traumatismo. in questo modo non si può sapere se ci fosse di già una frattura o se non sia invece avvenuto adesso a seguito del nuovo trauma. Certo è che se cercasse di avere un atteggiamento più cauto evitando esposizione a traumatismi sarebbe di gran lunga più utile. In ogni caso si faccia vedere dal suo Medico curante ed eventualmente se quest'ultimo lo ritenesse utile da un collega specialista in chirurgia toracica o traumatologia. Cordialità