Utente 128XXX
Buonasera,ho 35 anni,trapiantato renale da 2 anni, terapia antirigetto: ciclosporina,cortisone, micofenolato.Ho fatto alcuni accertamenti per sospetta prostatite (ancora non diagnosticata):urinocoltura, spermiocoltura,tampone uretrale, tutti NEGATIVI; ecografia pelvica: PROSTATA LIEVEMENTE AUMENTATA (30 ml stimati);ho ritirato oggi l'esito dello spermiogramma,x me allarmante:
Premetto che ho portato il campione in laboratorio dopo circa 40 minuti (ma non mi è stato nemmeno chiesto il tempo): Volume: 3,5 ml - Aspetto: tipico - Viscosità: normale - pH: 7,9 (interv. 7.2-7.8) - Motilità: 0 (immobili al 100%) - Vitalità: 20 (>=50) - Morfologia:normospermi 10%, con testa anomala 90% - Concentrazione 600.000/ml (interv. >2.000.000). In attesa di una valutazione andrologica e di chiarire con i nefrologi l'eventuale ruolo dei farmaci antirigetto, volevo sapere se può essere la prostatite a causare questi valori e se nel caso, possono rientrare. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michelangelo Sorrentino
28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la prostatite può causare alterazioni dello spermiogramma, così come la terapia antirigetto che sta seguendo.
Faccia la visita andrologica, anche se lo spermiogramma andrebbe ripetuto con almeno 30 giorni di intervallo per confermare i parametri del primo esame.

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Grazie della gentile e rapida risposta, in genere se la causa è la prostatite, una volta curata, i valori possono tornare nella norma o quantomeno migliorare??grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Michelangelo Sorrentino
28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
se la causa è la prostatite, la sua cura può portare un miglioramento dei parametri seminali.
Buona serata