Utente 216XXX
Salve ho 39 anni, ho sempre avuto problemi di eiaculazione precoce in pratica la mia totale erezione quasi sempre coincide con l'eiaculazione con tutte le conseguenze per la penetrazione (praticamente impossibile). A volte, ancora peggio, arrivo ad eiaculare anche senza nemmeno toccarlo. Circa una decina di anni fa sono stato da un andrologo, non mi ha diagnosticato nessun tipo di problema a livello fisico ma solo a livello mentale. Pensavo di risolvere il problema magari con un pò più di esperienza ero diciamo alle prime armi anche se avevo già 27 anni, età arrivata proprio per questo tipo di problema, ma ancora oggi dopo poco più di 10 anni non ho risolto ancora la questione nonostante vivo una vita sessuale diciamo tranquilla dato che sono sposato che mia moglie conosce naturalmente il problema anzi all'epoca in cui mi sono rivolto all'andrologo mi facevo accompagnare da lei. Come posso o cosa posso fare per riuscire a migliorare i miei rapporti?? Aggiungo che alcune volte ho usato il viagra semplicemente per il fatto che dopo avere raggiunto l'eiaculazione non riesco più ad avere un'erezione anche dopo un bel pò di tempo così grazie al viagra riesco ad avere una seconda erezione e questa volta di durata decisamente superiore. Premetto che faccio comunque sempre attenzione ai consigli che mi sono stati dati del tipo fermarsi poco prima dell'eiaculazione magari concentrarsi su altro ecc ma non serve perchè nel momento in cui mi fermo non ho più erezione e quindi sono punto e a capo.
Certo di una risposta Vi ringrazio sin da ora.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto una rivalutazione della questione andrebbe fatta che in 10 anni si possono esssere sovrapposti fattori ormonmali tiroidei ovvero prostatici. Se etiologia psicogena viene riconfermata sono disponibili farmaci ovvero terapie psicologiche. Una volata fatta la diagnosi precisa potrà discuterne con noi, per ora meglio vedere dal vivo.
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Non mi sono mai più preoccupato di rivolgermi ad uno specialista solamente perchè i disturbi di oggi sono esattamente gli stessi di 10 anni fà.
Accetto il consiglio e vedrò di rifare una visita al più presto così da poter avere un quadro più esatto della situazione e magari ridiscuterla con Lei.
La ringrazio sentitamente e le auguro buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ha ragione, ma la medicina clinica di elezione (cioè senza uregenza) è l' unica scienza al mondo ove il principio di Occam (la ipotesi più probabile è quella vera) viene sostituito dal principio di esclusione (si considerano tutte le ipotesi possibili). Faccia sapere se vuole.