Utente 100XXX
Salve, informandomi su internet ho "scoperto" di avere fisico ginoide. sono maschio di 25 anni, 1.80 per 69kg, quindi sono abbastanza magro. tuttavia ho braccia spalle e torace piccoli, mentre ho gambe grosse e l'accumulo di grasso corporeo è prevalentemente localizzato sui fianchi "maniglie dell'amore" e un po' di pancetta sotto l'ombellico. quando ingrasso di 4-5 kg questo accumulo sui fianchi mi dona un'ancor più accentuata forma ginoide. vorrei sapere essendo un uomo da cosa può dipendere questa situazione (leggo che è una caratteristia femminile), le eventuali conseguenze e rimedi. inoltre non so se c'è un legame tra questo mio biotipo al fatto che: ho mascella piccola, alopecia androgenetica, peluria su tutto il corpo (barba, gambe, braccia, tronco e anche spalle e schiena se pur in maniera minore), assenza visibile del pomo d'adamo, voce non particolarmente grave.
infine una mia amica sembra avere "forma" androide. nonostante ciò ha caratteristiche molto femminili (seno molto abbondante, labbra carnose, mascella fine e piccola, pochissimi peli) eppure ha gambe e glutei molto magri e tende ad accumulare grasso su braccia e addome e in genere sulla parte superiore. anche lei ha 25 anni normopeso. non fumiamo nessun dei 2, lei prende pillola anticoncezionale da alcuni anni. anche nel suo caso gradirei sapere il perchè ha fisico "maschile" e cosa può comportare.

grazie infinite per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

è giunto per lei e per la sua amica il momento di sentire in diretta un esperto endocrinologo.

Per lei in particolare potrebbe essere indicata anche una attenta valutazione andrologica che preveda, oltre ad una completa indagine ormonale, liquido seminale ed ecografia delle vie uro-seminali, anche una eventuale indagine citogenetica con mappa cromosomica od altro; indagini che naturalmente devono sempre però essere decise dal suo specialista di riferimento, dopo aver visto e esaminato in diretta la sua vera e reale situazione clinica.

Un cordiale saluto.