Utente 216XXX
buongiorno,mio marito 52 anni dopo rx-torace in seguito a bronchite,vengono evidenziati 3 addensamenti,esegue poi tac che evidenzia tre formazioni di cui una 1,8 cm,segue broncoscopia negativa,al 13/7/2011 esegue pluroscopia dalla quale due istologici dicono tessuto-fibro-adiposo,e due sempre di pleura parietale dicono iperplasia mesoteliale di alcune atipie cellulari:ora la proposta è di togliere la pleura dicono viscerale con decorticazione,la mia domanda è:se la pleura esaminata è parietale s'intende parietale e viscerale sono la stessa cosa?tempo di degenza,
possibili complicanze di questo intervento,
che qualità di vita c'è dopo questo intervento,
poichè i chirurghi hanno detto che questo tipo di istologico è una possibile fase iniziale del mesotelioma,ma al tempo stesso lo confermano solo al 50% ,mi chiedo se alla decorticazione c'è una terapia alternativa,e se facendo tac di controllo a che altro esame và eventualmente assocciato,evidenzio che non è stato un lavoratore a diretto contatto con amianto,
ringrazio cortesemente per la risposta.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Macri'
28% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
bisognerebbe vedere la Tac, però in casi analoghi nella norma si può prendere in considerazione un approfondimento dei vetrini con un secondo consulto per parere sulla significatività, con nuove biopsie pleuriche o con pleurectomia. la decorticazione, che è l'intervento di asportazione radicale della pleura, la si pone in essere in caso di rilievo intraoperatorio di cellule neoplastiche tipo mesotelioma, nei soli casi indicati (stadio non I), in altri casi si prende in considerazione la pleuropneumonectomia (primi stadi) mentre in caso di secondarismi da altra patologia neoplastica pregressa o concomitante si effettua generalmente una pleurodesi (sinfisi pleurica) con talco sterile deasbestato che prevenga versamenti pleurici. cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la celere risposta,volevo ancora chiederle se eseguire l'esame della mesotelina e osteopontina troverebbe un significato nel caso di mio marito;e se
la decorticazione è un'intervento che si fà come prevenzione del mesotelioma,e se viene fatta con una certa frequenza;chiedo ancora che qualità di vita permette poi questo tipo d'intervento.
Ringrazio per la vostra disponibilità e professionalità.
[#3] dopo  
Dr. Paolo Macri'
28% attività
4% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2006
non è chiaro se dagli esami eseguiti gli addensamenti siano solo pleurici o anche polmonari. gli esami immunoistochimici sono quasi sempre importanti ai fini della conferma dell'orientamento diagnostico che ha l'Anatomo-Patologo. spesso la diagnosi differenziale è fra le forme di iperplasia mesoteliale che richiede controlli, il mesotelioma pleurico maligno che può richiedere la chirurgia resettiva e l'adenocarcinoma polmonare o possibili secondarismi da altre forme patologiche, che richiedono invece un trattamento chirurgico sintomatico. Sono le biopsie che tendono a fare luce. una pleurectomia parietale parziale in sedi differenti dalla sedi delle biopsie potrebbe trovare indicazione nella ricerca di un approfondimento diagnostico di maggiore chiarezza rispetto al risultato ottenuto. la decorticazione pleurica radicale o meglio ancora la pleuropericardiofrenectomia con risparmio del polmone si effettua in casi di mesotelioma maligno epiteliale. la qualità di vita del Paziente è legata al tipo di intervento che si decide di eseguire, che come vede si decide a seconda di tutto il bagaglio diangostico. a volte una pet orienta sulla sede a captazione più elevata e pertanto ritenuta a più elevata probabilità di diagnosi. prima di un secondo intervento, nel dubbio, consiglio il consulto dei vetrini per un secondo parere. sarà l'anatomopatologo a dire se vuole dei prelievi in più o se ritenga sufficienti quelli a disposizione per fare diagnosi.
cordiali saluti
PM
[#4] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sollecita risposta,mi sono espressa male.. me ne rendo conto ora e chiedo scusa,la tac specifica nulla di polmonare,ma bilateralmente ma più a sn si riconoscano focali ispessimenti pleurici con aspetto turrito quello massimo di 17mm,lessione che potrebbe corrispondere al referto rx-torace,ulteriore ispessimento al terzo medio della scissura a sn con diametro 8mm e spessore 3mm,non ispessimenti pleurici sul versante mediastinico,non presenti versamenti pleurici.Nei settori antero inferiori del segmento anteriore del lobo sup di dx evidente nodulo di 3mm di diametro e dubbio nodulo centrolobulare al medesimo lobo superiore.No bronchiettasie,no adenopatie in ambito mediastinico,no masse sospette a carico di reni,surreni, fegato, milza e pancreas.
In seguito alla tac viene eseguita la pleuroscopia,di cui l'intervento dice:polmone ben collassato non liquido libero o aderenze,non masse sospette sotto visione o dopo palpazione parenchimale della porzione di lobo superiore nella regione sospetta alla tac-torace.Evidenti placche ialine diffuse,calcifiche,alcune esuberanti.Pleura parietale per il resto normale,si eseguono biopsie pleuriche multiple e di porzione di placca.Grazie ancora.
[#5] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Ai risultati di questa tac e seguenti istologici,viene proposta la decorticazione della pleura foglietto interno,questo come intervento di '' prevenzione'' ad eventuale evoluzione in negativo d'un mesotelioma.Le chiedo ancora questo,come si fà a chiedere un secondo consulto dei vetrini,c'è una modulistica specifica o devo richiederla privatamente,il caso è seguito in un'ospedale pubblico.Grazie ancora,veramente molto gentile.