Utente 194XXX
Due mesi fa ho avuto il primo episodio di improvviso rigonfiamento del labbro, a cui hanno fatto seguito altri episodi analoghi, rigonfiamento dell'occhio destro, senso di torpore delle ani, del collo e del viso, prurito alle mani, senso di nodo in gola. Dalle analisi ematologiche è venuto fuori un valore ige pari a 470, che ha indotto il medico curante a indirizzarmi all'allergologo. Negativi i test verso alimenti specifici. Il medico mi ha detto che sono intollerante all'istamina, e dopo 15 gg di trattamento con antistamnico (rientrato ogni sintomo),mi ha fatto seguire una dieta priva di alimenti con istamina o istamino liberatori: ma tutto è tornato come prima e peggio di prima. Ora riprendo gli antistaminici, ma come posso sapere se e acosa sono allergico? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
Presupponendo che non assuma farmaci per l'ipertensione (ACE-inibitori), considerando la negatività dei test allergometrici e non avendo descritto, nel suo post, uno stretto nesso temporale tra la comparsa dei "rigonfiamenti" ed un evento particolare (es. assunzione di alimenti o farmaci, o punture di insetti), una origine allergica dei suoi disturbi è alquanto improbabile. Con l'aiuto del suo Allergologo di fiducia e mediante degli opportuni esami andrebbero escluse le cause extra-allergologiche di angioedema ( http://verna.blog.tiscali.it/2011/03/01/orticariaangioedema/ ) ed una parassitosi intestinale (possibile responsabile degli elevati livelli di IgE totali). Qualora anche questi esami risultassero negativi, la diagnosi è quella di "angioedema ricorrente idiopatico".
Cordiali saluti,