Utente 950XXX
Buongiorno, da un po di tempo ho notato 2 strani fenomeni che interessano la mia pelle:

- mi capita a volte di grattare via qualche microcrosticina (es. graffietto del gatto o piccolo brufolo) e nel giro di pochi secondi da quel minuscolo buchetto (max 1 mm di diametro) escono fiotti di sangue rosso vivo che non riesco a fermare o fermo con molta fatica tamponando con un fazzoletto (ma per un buchino cosi piccolo mi sembra molto strano).
- sulla pelle spesso da una piccola feritina (tipo quelle citate sopra) mi si formano dei poretti (che scambio inizialmente per crosticine in guarigione) ma che poi passati mesi (in acluni casi gli anni) sono ancora la (ad es. ne ho uno da un paio di anni che a volte mi capita di stuzzicare e che ultimamente è aumentato di diametro, arrivando a un paio di millimetri). Questi poretti non sono perfettamente circolari, di diametro 2/3 mm, stesso colore della pelle, spessi meno di un milletro.

Di cosa potrebbe trattarsi?
grazie
saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
>>ad es. ne ho uno da un paio di anni che a volte mi capita di stuzzicare>>

Gentile utente

queste sono condizioni (lo diciamo in linea telematica) che noi dermatologi conosciamo bene, pertanto stia molto attento a non automantenere e autocreare queste lesioni.

Le neurodermiti e le prurito nodularis sono situazioni dermatologiche teoricamente vicino a ciò che descrive, ma dicerto le diagnosi possono essere tante e dissimili: la effettui con il dermatologo.

saluti
[#2] dopo  
95085

dal 2012
Salve, la ringrazio per la pronta risposta. Vorrei sapere quali rischi corro in caso di "degenerazione" di questa situazione (ammetto che non riesco a non stuzzicarle) e se c'è qualche precauzione che debbo prendere per il sole (visto che mi sto accingendo ad andare al mare).

Saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
il sole devee essere preso con cautela.

Per il resto prima la diagnosi poi si parlerà del gradi di severità: serenità anzitutto ma segua il cosniglio di non automanipolare, da subito queste lesioni.