Utente 179XXX
Un cordiale saluto ai frequentatori del sito ed un ossequio ai medici che devolvono gratuitamente parte del loro prezioso tempo in questo forum.

Avrei una domanda da porre: vorrei sapere quali possono essere le cause delle “orecchie tappate” e se possono essere collegate a capogiri e sensazione di stordimento.

Convivo ininterrottamente con questa spiacevole sensazione, più o meno da inizio anno.

Fornisco alcune notizie, come premessa.

Ho 40 anni, buono stato di salute. A fine anno 2010, dopo aver inalato polveri di toner, sono stato ricoverato per problemi respiratori, a seguito dei quali sono stato sottoposto ad un discreto bombardamento cortisonico durato quattro mesi, a metà dei quali, ho iniziato ad avere questa spiacevole sensazione di orecchie tappate, insieme a capogiri.

Il mio medico ha constatato che avevo la pressione alta. Il problema pressorio è stato poi risolto, ma le orecchie sono rimaste tappate.

Non so se possa c'entrare, ma ho una lieve dilatazione del bulbo aortico (43 mm), con lieve rigurgito aortico.

Ho anche problemi di cervicale (forse connessa ai capogiri, rimasti anche loro a tenermi compagnia), e da diversi mesi ho un linfonodo gonfio dietro l'orecchio sinistro.

Mi sono sottoposto a due visite ORL, ma il responso è stato identico: non ho nulla. Le mie orecchie sono completamente pulite e sturate. Mi è stato anche introdotto un sondino nel naso, con il quale è stato visto che le mie “tube” sono libere.
Eppure, ogni volta che deglutisco, sento quella spiacevole sensazione di orecchie tappate, quello “sciac” tipico di quando si cambia altitudine. Come se avessi del liquido da qualche parte. Alle volte (più raramente), la deglutizione, mi provoca persino una sensazione di dolore dietro le orecchie.

Qualcuno può darmi un suggerimento?

Chiedo venia per l'impropria (e probabilmente inadeguata) descrizione dei sintomi.

Ringrazio in anticipo.

Fabio
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Ruosi
28% attività +28
0 attualità +0
4 socialità +4
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Salve, sono stati effettuati esami audiometrico ed impedenzometrico ed una accurata valutazione della funzione vestibolare?
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno e grazie per la sua risposta.

Mi scuso per non aver risposto prontamente, ma sono stato assorbito da altri problemi (periodo ricco).

Ho effettuato un esame audometrico:
L'orecchio segnato con il rosso (credo il destro) è costante fra i 10 ed i 20 db, da 250 fino ad 8000.
Quello segnato con il blu, inizia a calare verso i 3000, per arrivare a 50 db ad 8000.

Sul referto c'è poi scritto: ipertrofia dei turbinati inferiori.

Non ho ancora fatto l'esame impedenzometrico, che tuttavia ho in programma di fare, e neanche la valutazione della funzione vestibolare. Chiederò al mio medico di sottopormi a questi accertamenti, poi farò sapere l'esito.

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Ruosi
28% attività +28
0 attualità +0
4 socialità +4
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
Ma dopo l'esame audiometrico non le hanno consigliato un approfondimento? Faccia l'esame vestibolare e se possibile una RMN cranio e tronco encefalico con mezzo di contrasto per escludere rare patologie cerebrali.