Utente 198XXX
Gentili medici

Ieri sera l' Andrologo che mi segue mi ha eseguito un ecocolordoppler penieno.
Prima di passarmi la sonda mi ha somministrato un farmaco tramite iniezione che doveva determinarmi una erezione immediatamente ma è stata necessaria la stimolazione manuale per raggiungere una erezione dell' 80% (stando a sue stime) che non avevo visto da anni!!
L' esame è durato molto e l' andrologo non mi ha riferito gli eventuali esiti dicendomi che a causa dell' erezione insufficiente non ha potuto visualizzare bene la portata e la volumetria dei corpi cavernosi.
Mi ha prescritto una risonanza magnetica ma il fatto strano che non ha lasciato il referto dicendomi che l' erezione non è stata sufficiente a consentire una valutazione apprezzabile.

Questo non mi è sembrato un' atteggiamento corretto e non vorrei aver trovato un prosciugaborselli tanto per farmi fare una risonanza magnetica che tra l' altro me la vorrebbe far fare nella clinica dove lavora lui (potrei sbagliarmi).

Durante l' esame mi ha chiesto se avessi avuto mai erezioni protratte anche da giovane che "non volevano smettere" e se avessi preso mai antidepressivi, ma mi ha solo riferito che la parte basale del pene ha un' ottima irrorazione e questo è un segno di pervietà delle vie nervose e di corretto funzionamento ormonale.

Vorrei un vostro commento

Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se non ha fiducia nel Suo andrologo,ne consulti un altro che potra',in diretta,valutare l'attendibilita' del referto dell'ecocolordoppler e decidere sull'utilita' di eseguire una RNM.Non riesco a comprendere il nesso tra benessere vascolare e benessere neurologico ed ormonale.Credo sia una Sua invenzione.Cordialita'.
[#2] dopo  


dal 2011
Gentilissimo Dr Pierluigi Izzo

Difatti non è stato molto esaudiente il mio andrologo in questo appuntamento, alla prossima vedrò che strada prendere.

Forse la risonanza è migliore di una ecografia?
Lei cosa ne dice?

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

difficile condividere l'indicazione ricevuta; comunque ridiscuta con il suo andrologo questo "punto diagnostico" e poi si ricordi che vi è sempre la prospettiva alternativa, datale dal collega Izzo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html .

Un cordiale saluto.