Utente 216XXX
Buongiorno.

Sono un giovane di 27 anni e da 3 anni soffro di attacchi di panico e crisi di pianto.

Le diagnosi di 2 psichiatri e 2 psicologi concordano: Sindrome ansiosa generalizzata con episodi depressivi minori. ( E’ piu’ o meno questa la formula che hanno usato ).

Il punto e’ che io mi sento ansioso, e’ vero, ma non depresso. Piango per...scaricare, potremmo dire, un eccessivo nervosismo.

La mia domanda e’ la seguente:

Fumo 60 sigarette al giorno da 5-6 anni.(Ovviamente il primo anno fumavo molto di meno ) Potrebbero essere,le sigarette, la causa di tutto?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Non capisco la riflessione sulla diagnosi. Non è che che piange "per scaricare", nessuno piange a comando neanche di se stesso, per cui i sintomi e i segni sono quello che sono e compongono le diagnosi. Se ha episodi depressivi minori secondo la diagnosi non è che si debba "sentire depresso", anche perché depressione non significa sentirsi triste e piangere, è una sindrome che si compone di vari aspetti.

Detto questo, l'assunzione di nicotina produce sintomi psichici, tuttavia in parte vi è assuefazione agli effetti e comunque la diagnosi si formula tenendo conto anche delle sostanze assunte.

[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,

grazie per la risposta. Potrebbe chiarire per favore :" Detto questo, l'assunzione di nicotina produce sintomi psichici, tuttavia in parte vi è assuefazione agli effetti e comunque la diagnosi si formula tenendo conto anche delle sostanze assunte."

Non capisco. E' verosimile supporre che ansia e depressione siano determinati dalle sigarette laddove non sussistando delle condizioni ogettive che possano determinarle?

Le sigarette possono generare attacchi di panico,ansia generalizzata e depressione?

Assumo 60 mg di cipralex al giorno da 2 anni + xanax 0.25 al bisogno.

Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Le alterazioni dell'umore nei fumatori compaiono durante l'uso crescente e durante la sospensione. Quando il medico fa diagnosi tiene conto dei fattori che possono indurre sintomi psichici, ragion per cui se la diagnosi non richiama a questi fattori significa che è da intendersi come indipendente.
[#4] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ancora una volta.

Quindi, vediamo se ho capito bene:Visto che "Le alterazioni dell'umore nei fumatori compaiono durante l'uso crescente e durante la sospensione" escludiamo, per il momento che i miei attacchi di panico e gli altri disturbi siano determinati dalle sigarette, giusto?

Poi...
" la diagnosi non richiama a questi fattori significa che è da intendersi come indipendente" vuole dire che se la diagnosi non parla di sigarette,le sigarette non c'entrano nulla?.

Si...ma...in ogni caso...lei cosa ne pensa? secondo lei...le sigarette...potrebbero ( secondo le conoscenze che possediamo ) generare una malattia psichica? (vedi, panico o dfepressione? )

Grazie ancora.
[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non è che le escludo io, dico che la diagnosi che ha ricevuto non cita la nicotina e quindi si presume sulla base del modo in cui quella diagnosi è formulata che sia stata esclusa una correlazione sostanziale.

Le sigarette possono generare alterazioni psichiche, ma in tal caso la diagnosi sarebbe diversamente formulata.
Comunque, statisticamente è raro che questi disturbi siano indotti da nicotina nei fumatori abituali.
[#6] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
ah ok. Grazie!! :-)

Allora ho ancora una speranza.... forse chi ha fatto la diagnosi dovrebbe fare il salumiere, e tutto il problema nasce dalle sigarette! (Dico forse eh?...per carita'...) solo che...escludere del tutto le sigarette...cuando io vedo chiaramente una relazione del tipo Nicotina --> e' un eccitante-->ti vengono gli attacchi di panico--> Di che ti lamenti??

Dicevo...ecludere aprioristicamente le sigarette (dicendomi..."ma no...le sigarette...anzi...rilassano...) mi ha fatto arrabbiare.

Grazie ancora dottore.
[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile utente,

Non mi sembra di aver detto niente del genere. Riassumendo ho detto che la diagnosi è stata fatta escludendo il fattore sigarette, infatti Lei me lo conferma. Non vedo in questo niente di strano. Il medico valuta queste cose, non è che Lei debba giudicare se c'entra qualcosa o meno, non vedo perché quindi sia così importante opporsi alla diagnosi fatta sostenendo una tesi contraria. Le ho appena detto che è improbabile una diagnosi di "disturbo di panico e depressione indotta da nicotina" e comunque in un fumatore abituale certi sintomi tendono a non venire più.
[#8] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Mi scusi...non era mia intenzione fare confusione,ma ho bisogno di capire.

Vediamo se ho capito bene:
Intanto le confermo che la diagnosi è stata fatta escludendo il fattore sigarette.

- Lei non vede nulla di strano in questa diagnosi.

- Lei sostiene che è improbabile una diagnosi di "disturbo di panico e depressione indotta da nicotina"

Ho capito bene?

grazie
[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
VIGEVANO (PV)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Si. Non improbabile nel suo caso, dico in generale.