Utente 216XXX
Salve, da circa due mesi ho difficoltà ad avere rapporti con mia moglie. Non riesco a mantenere l'erezione, ho come una caduta repentina dell'erezione. Questo è accaduto sia durante la penetrazione, sia in fase preliminare. Dopo la prima volta che il problema si è presentato è subentrata una forte ansia. Sono un quarantenne sposato da circa un anno, dopo un fianzamento di circa 10 anni. Il problema è iniziato dopo un periodo di stress da lavoro e tensione con mia moglie, quando ha acconsentito ad avere un figlio (prima non ne voleva).
Sono un uomo atletico, pratico sport quasi regolarmente, non soffro di diabete nè di alta pressione. Ho normali erezioni mattutine. Forse l'unico problema organico a cui mi viene da pensare è che soffro di dolori alla schiena in zona lombare (ho da anni una discopatia lombare) e, da circa un anno, avverto un senso di intorpidimento del muscolo della gamba laterale sinistra.
Consulto un andrologo e poi un sessuologo subito o dopo le vacanze? (Magari nel frattempo il problema si supera).
Pensate possa essere un problema organico o di tipo psicologico?
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
anche la sua storia depone pre problema psicogeno, le consiglierei di consultare andrologo per essere sicuri di quello che stiamo dicendo, anche perchè spesso le due cause si sovrappongono. Dopop le ferie è s4empre meglio.