Utente 216XXX
Salve,

sono un uomo di 32 anni, fumatore (circa 10 sigarette/die).
Da qualche settimana sto avvertendo palpitazioni al cuore (nel senso che riesco distintamente a percepire il mio cuore che batte, un po' come se avessi un metronomo nel torace), che sono poi seguite nell'arco di alcuni minuti da un senso di pesantezza che si irradia dalla parte sinistra del torace alla spalla, culminando con una sensazione di formicolio alle dita della mano sinistra.

Tali sensazioni durano tipicamente 5/10 minuti, in alcuni casi anche di piu' fino ai 90 minuti. La frequenza di questi eventi sta aumentando, ed ad oggi avvengono su base piu' o meno quotidiana.

Informazioni dettagliate:

Durante le crisi controllo la frequenza cardiaca con un cardiofrequenzimetro da palestra; frequenza e' tra 65 e 85 bpm. Controllo periodicamente anche il polso, con medio e indice, e la frequenza risulta compresa tra 40 e 65 bpm.
Quando la crisi si protrae osservo formazione di muco nel naso, di colore trasparente.
Durante le crisi non avverto ne' sudorazione, ne' difficolta a respirare. In alcuni casi mi sento inspiegabilmente stanco e sento la necessita' di stendermi e riposarmi.
Trovo una certa correlazione tra il fumo di sigaretta e tali crisi, in quanto in circa il 50% dei casi sopraggiungono 5-10 minuti dopo aver fumato una sigaretta; in altri casi in condizioni di totale riposo; mai invece dopo aver svolto attivita' fisica.

Esami effettuati:

Mi sono recato al pronto soccorso temendo potesse essere un'angina pectoris. Tuttavia i sintomi erano svaniti e l'elettrocardiogramma non ha rivelato alcunche' di anomalo.

Su consiglio del medico di base ho effettuato delle analisi del sangue per accertare disfunzioni tiroidee, e tutti i valori sono risultati nella norma. Sono attualmente in attesa per effettuare un test di Holter.

Sia il medico curante che il pronto soccorso inizialmente suggerivano si trattasse di attacchi di panico. Mi hanno consigliato di respirare in una busta di carta durante le crisi, ma cio' non ha portato alcun beneficio.

Da una settimana ho drasticamente decurtato il numero di sigarette per giorno (3) e l'assunzione di caffe' (2 tazzine di espresso).

Dettagli anamnetici:

- Nel 2006 mi e' stata diagnosticata una lieve forma di gastrite cronica;
- Nel 2009 mi e' stata asportata la colecisti;
- Non ho mai sofferto di problemi cardiaci ne alcun membro della mia famiglia ne hai sofferto prima dei 60 anni;
- Nella mia famiglia sono presenti casi di diabete di tipo II. Il diabete non si e' mai manifestato prima dei 50 anni.
- Conduco uno stile di vita piuttosto rilassato. Non ho sorgenti di stress ne' sul lavoro ne' nella vita privata.
- Pratico regolarmente attivita' sportiva (cardiofitness, sollevamento pesi) per un totale di circa 8 ore/settimana.

Spero di aver fornito un quadro esauriente.
Nel ringraziarvi anticipatamente porgo distinti saluti.





Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
le conviene smettere di fumare non domani. ora. esegua un Ecg sotto sforzo appena puo'.
cordialita
cecchini
www.cecchinicuore.org