Utente 145XXX
salve, premetto di essere stato in quasi 1 anno e mezzo da numerosi medici e specialisti quali tre dermatologi un urologo uno pneumologo un gastroenterologo ed un infettivologo e di aver fatto quasi tutti gli esami possibili, svariati emocromo esami per il fegato,esami per la tiroide elettroforesi, gastroscopia, colonscopia, tampone per la candida,ecografia dell'addome radiografia toracica esame delle urine,coltura delle urine,esami per la ghiandola surrenale,test per il cmv, test per la clamidia e la gonorrea, test per la toxoplasmosi.premetto anche che 3 anni fa ho avuto la mononucleosi.da tutti questi esami emerge solamente qualche piccolissimo parametro errato quali la bilirubina (alta di pochissimo),esofagite, duodenite e una piccola emorragia, la positivita' alla toxoplasmosi e alla candida genitale.il resto e' perfettamente nella norma.1 anno e mezzo fa una settimana dopo un rapporto con la mia ragazza ho iniziato ad avere dei problemi al pene quali infiammazione diffusa spellamento(doloroso) bruciore nell'urinare e dopo alcuni giorni di tregua depositi biancastri linfonodi dell'inguine gonfi puntini rossi (sintomi di una balanopostite da candida che ho cercato di curare invano col fluconazolo e varie pomate antimicotiche e persiste tutt'ora) .in concomitanza con questi sintomi o forse qualche settimana prima stavo facendo delle punture di antibiotici per curare una bronchite scambiata dal mio medico per broncopolmonite. ho fatto circa 40 punture di antibiotici.alla fine della terapia i miei guai non sono finiti,infatti avvertivo i linfonodi gonfi dietro al collo stanchezza, stordimento problemi intestinali quali stitichezza alternata a diarrea dopo spasmi dolorosi nel basso ventre .dopo ho scoperto di avere la toxoplasmosi ed ho fatto una terapia di bactrim per circa 3 settimane.ma la stanchezza che sentivo e che sento tutt'ora oltre ai problemi intestinali non mi ha abbandonato oltre a qualche linfonodo gonfio.cosi' dopo una gastroscopia ho scoperto di avere una duodenite e un'esofagite e una piccola emorragia che da quanto ha detto il medico sarebbero dovute dal reflusso.ho cercato di curare anche queste invano (col nexium e il gaviscon) ma il gonfiore persiste e i problemi intestinali pure.ad oggi,la stanchezza persiste soprattutto mi sento compresso in testa specialmente al centro della fronte e ai lati del naso, ho difficolta' a concentrarmi e a memorizzare i linfonodi dietro al collo e anche sotto sono spesso gonfi come quelli dell'inguine anche se di poco, non riesco ad andare in bagno e molto spesso evacuo solo con la diarrea,certe volte noto che le mie feci quando non sono diarrea sembrano avvolte quasi da una pellicola trasparente e sono chiare.la candida genitale non scompare i puntini rossi sono le labbra nell'apertura dell'uretra sono presenti avverto dolore acuto in prossimita' della zona genitale durante il rapporto sessuale.la ragazza con cui ho avuto il rapporto non ha nulla.aiutatemi per favore non so piu' che fare

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il suo caso e' estremamente complesso e non puo' essere risolto con un semplice consulto via internet. A mio avviso deve tornare dal Gastroenterologo e affrontare insieme a lui, con calma e un passettino alla volta, le numerose manifestazioni cliniche che qui ha elencato, iniziando ovviamente dalle piu' gravi; e magari rivolgendosi anche ad un andrologo/urologo per quanto riguarda l'eventuale candidosi (se davvero fosse confermata questa diagnosi...).
Cordiali saluti