Utente 803XXX
Salve,

da marzo di notte mi sveglio spesso con sensazione di non respirare bene, bisogno di tossire per espellere muco (trasparente e filaginoso) che durante il giorno non ho. Nell'ultimo mese, i sintomi sono peggiorati, i risvegli sono continuati e si sono estesi anche ai riposi pomeridiani, con aggiunta di naso chiusi e risvegli improvvisi con sensazione di soffocamento a livello della gola che fortunatamente passa non appena mi alzo e cambio stanza.
Inizialmente pensavo si trattasse di un periodo di stress e non avevo messo in conto l'ipotesi dell'allergia perchè tutto sommato anche se ho difficoltà respiratorie con pazienza sono sempre riuscita a fare respiri completi e profondi.
Si fosse trattato d'asma, forse i sintomi non sarebbero passati da soli ma con l'aiuto di farmaci?
Recentemente ho chiamato la guardia medica che mi ha confermato che non ho asma ma si percepisce dalla tosse grassa la presenza di catarro.
La tosse non è spontanea e stizzosa, ma devo io cercare di tossire per la sensazione di muco bloccato al centro del petto.
Ma a parte questo, mi chiedo:
- ho 37 anni, non fumo e non ho mai sofferto di allergie, è possibile ammalarsi improvvisamente di allergia agli acari?
- si può trattare effettivamente di questo o può dipendere da altro? durante il giorno non ho nessuno di questi sintomi, tranne a volte la sensazione di respiro corto che passa nel giro di poco
- un'allergia può dare difficoltà respiratorie senza però asma?
Se sì, medicinali come ventolin potrebbero essere di aiuto lo stesso.
In ultimo un consiglio: mi trovo in vacanza a casa di amici, non posso cambiare materasso e far la prova se mi potrei trovare meglio, cosa fare per cercare di star meglio? per adesso sto cercando di lavare spesso le lenzuola, di areare spesso la stanza e di abbassare il livello di umidità con un deumidificatore.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
L'allergia può arrivare da un giorno al altro ma potrebbe anche trattarsi di reflusso gastro-esofageo.
E' comun que necessario eseguire le cutireazioni con aeroallergeni per stabilire se si tratta di allergia o no.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 803XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio dottore, farò quanto prima tutti gli accertamenti per le allergie.

Leggendo su internet, vedo che anche l'insufficienza cardiaca potrebbe essere la causa della dispnea notturna.
Nel 2006 avevo fatto ecocuore ed elettrocardiogramma in vista di alcune prove sportive e sono risultati entrambi nella norma. Lei pensa che nel mio caso si possa escludere questa patologia dato che nel 2006 gli esami sono andati bene?
E' che non mi era mai capitato di stare così male per tanti mesi e con l'aria che manca e un pò di preoccupazione mi è venuta perchè i sintomi peggiorano.