Utente 217XXX
Salve,
da anni ormai convivo con questa condizione, che a quanto mi pare di capire è una forma ancor più particolare del classico pectus carinatum (quindi parte superiore "sporgente" con pressione della parte inferiore e addome lievemente sporgente)

Ho sempre praticato sport (calcio e nuoto - quest'ultimo consigliato dal pediatra in tenera età proprio per provare a porre rimedio alla mia situazione) e nelle varie visite della medicina sportiva non mi è mai stato riscontrato alcun problema a livello respiratorio e cardiaco.

Posto che ho superato da anni la difficoltà psicologica che affligge molti nella mia situazione, e posto anche che sono perfettamente consapevole del fatto che l'unico rimedio efficace rimane l'operazione chirurgica (soluzione che però scarto a priori), volevo sapere se praticare nuoto (3 o 4 volte la settimana, un'ora circa a volta, diciamo 1,5 km) poteva peggiorare la mia condizione.

Specifico che lo faccio solo per puro divertimento e per irrobustire la muscolatura delle braccia e le spalle; facendo questo però non vorrei andare a creare involontariamente dei danni alla "morfologia" del mio petto.

Grazie in anticipo per la risposta.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo che ci siano controindicazioni, ma la valutazione va fatta dopo una visita precauzionale.