Utente 127XXX
Salve, il mio compagno di 57 anni ha cominciato da qualche tempo ad avere difficoltà di erezione. Non beve alcolici, non fuma, non fa uso di nessun farmaco, è un donatore di sangue e gli esami che gli fanno sono sempre andati tutti bene. Da 5 anni che ci frequentiamo non ha mai avuto problemi a livello sessuale,da marzo a giugno se l'occasione ce lo ha permesso abbiamo avuto rapporti anche x 3 giorni di seguito senza nessuna difficoltà. Un giorno senza una causa oggettiva, dopo pochi minuti che il suo pene era turgido si è afflosciato e lui è andato in bagno di sudore, abbiamo pensato che fosse un caso sporadico, la volta successiva è andata meglio, è arrivato all'orgasmo, anche se mi sono accorta che non era al massimo dell'erezione come di norma è sempre stato, la settimana successiva si è ripresentata di nuovo la stessa situazione, turgido all'inizio e poi giù accompagnato da sudorazione. Non è stato in grado di dare nessuna spiegazione ed io non ha calcato la mano percependo il suo disagio. Non si è avvicinato x quasi un mese poi ci ha riprovato, ma questa volta il suo pene non si è proprio mosso è rimasto flaccido sempre con questa sudorazione. Ne abbiamo parlato e lui dice che nonostante non abbia l'erezione quindi neppure l'orgasmo e neppure l'eiaculazione, NON STA MALE, non sente nessun disagio fisico. Afferma di non sentire il desiderio di aver un rapporto sessuale e pertanto non avvertendo la necessità non sta neppure male. Cosa può essere intervenuto? Quale può essere la causa? E' da ricercarsi in un fattore fisico o psicologico? Ci sono degli esami o accertamenti da fare per avere delle risposte? Abbiamo analizzato se ci potevano essere cause emotive che potevano interferire nel rapporto sessuale, ma lui mi ha detto che non ce ne sono, gli ho prospettato di consultare un medico, ma lui si rifiuta, dice che sarà un periodo e che deve passare da solo! Che consiglio mi può dare? Io come posso aiutarlo? Sperando che una sua cortese risposta mi possa aiutare, ringrazio e saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
dire quale sia la causa di qua è dura un bel pò, soprattutto se si vuole essere attendibili: a 57 anni le cause più frequenti sono arteriosi, ormonali, prostatiche, possibili le cause psicogene (vista la sudorazione), rare le cause neurologiche. A complicare la cosa è che spesso queste cause sono sovrapposte. Per cui consiglierei di sentire esperto collega in merito e dal vivo.
[#2] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Cavallini, la ringrazio della tempestività con cui ha risposto alla mia mail, purtroppo credo che non sarà facile convincerlo a consultare un medico, solo se il problema dovesse persistere a lungo forse si renderà conto che a prescindere dall'aspetto sessuale in senso stretto forse sarebbe bene saperne le cause.
Grazie di nuovo
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Vede signora, ho i suoi anni o poco meno, e quelli della mia età hanno imparato a guarire problemi come quelli del compagno senza i farmaci orali ed agendo sulle cause. Magari avevamo meno successi, ma siamo qua. Il problema non è tanto quello della mancata erezione, è quello di sistemare la eventuale malattia che la ha detrminata, che alterazioni vascolari mica solo prendono lì, idem per le ormonali e figuriamoci per le prostatiche. Si faccia un discorso di salute genmerale piuttosto che di sesso. Lo convinca
[#4] dopo  
Utente 127XXX

Iscritto dal 2009
Caro Dottore mi creda che lo farei volentieri se avessi a che fare con un uomo meno cocciuto, proprio stamani mi ha telefonato dicendomi che ha avuto una notevole emorragia dal naso cosa che non aveva mai avuto prima, poi ultimamente accusa malessere alle gambe dice che se le sente pesanti, inoltre sente di non essere più vivace come prima, le sue parole - rido ma non rido, mi diverto ma non mi diverto - mi sembrano sintomi di qualcosa che dentro di lui avverte di negativo, ma non avendo MAI AVUTO NULLA credo che tutto questo lo spaventi e invece di voler sapere sfugge, se fosse un bambino gli darei uno scapaccione e prendendolo x un orecchio lo porterei dal medico ma a 57 anni la vedo dura, oltre tutto a me i problemi di salute non mancano proprio purtroppo..cmq caro dottore mi solleva il suo appoggio non sa quanto e la ringrazio infinitamente...mi permetta ma il suo cognome è tipico delle mie zone a a che fare con la toscana x caso?