Utente 198XXX
Gentili medici

A seguito di un episodio piuttosto severo di dolore alla colonna che secondo il medico si tratterebbe di una Lombalgia (sospetta una ernia discale) mi ha prescritto Ketoprofene sale di Lisina in bustine e una pomata.

Già dal primo giorno ho accusato bruciore allo stomaco e nausea oltre a diminuzione dell' appetito.
Ho contattato il medico telefonicamente poiche non lo posso vedere per altri giorni e lui mi ha detto di continuare a prendere il Ketoprofene visto che ho sempre i dolori alla schiena e che a questa età non ci dovrebbe essere bisogno di un gastroprotettore.

Io ho invece sospeso la terapia e adesso sto utilizzando un antiacido acquistato in farmacia a base di Sali di Idrossidi di Alluminio e Magnesio per i bruciori.


Mi dovete dire come mi devo comportare visto che in questo periodo non è facile trovare un medico disponibile sia a causa del fatto che io lavoro e sia per le loro ferie.

Vorrei sapere:
1] Ci sono rischi continuando a prendere il Ketoprofene e se si quali?
2] Soffro di reflusso gastrico e pirosi in maniera blanda da sempre, ma adesso questo sintomo si è accentuato in modo particolare dopo aver preso l' antinfiammatorio: c'è una relazione con questo farmaco oppure no?
3] Devo assumere un gastroprotettore?

GRAZIE
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
il paracetamolo cp da 1 gr (per max 3 volte die) non danno problemi allo stomaco e non è necessario u n gastroprotettore
[#2] dopo  
198266

dal 2011
Purtroppo il Paracetamolo non funziona neppure a queste dosi.
Adesso non ho più dolore significativo, si tratta di episodi acuti che durano per poco e purtroppo come per il mal di testa solo gli antinfiammatori funzionano bene almeno nel mio caso

GRAZIE MILLE