Utente 218XXX
buonasera, sabato ho subito un intervento per ascesso perianale, mi hanno messo dentro un po' di garza per il drenaggio , adesso sento un po' di fastidio, purtroppo la mia dott.ssa dice che non è qualificata e non ha tutto l'occorrente per medicare, sabato mi hanno fatto un ''lavaggio'' con acqua ossigenata e altro e in più anche una siringa di antistaminico in quanto sono allergica a tutti gli antibiotici, prima però non lo sapevamo e così nei giorni prima dell'intervento li prendevo regolarmente con danzen ora ho chiamato la dott.ss e ha detto che si potrebbe infettare la ferita senza antibiotici, vuole farmeli prendere con una fiala di cortisone, mia madre non è d'accordo e domani mattina andiamo al pronto soccorso , secondo voi c'è rischio di infezione o no? io sento uscire il liquido molto spesso , ma per drenaggio si intende quello quindi è normale no? sento anche un po' di prurito al risveglio e qualche doloretto quando mi stendo, ma al pronto soccorso non ci hanno allarmato hanno solo detto di sospendere tutto ( antibiotico e danzen) e di medicare successivamente la ferita, poi hanno aggiunto che loro il giovedì fanno le medicazioni , quindi se il medico non poteva andavamo da loro, dicendo così da sabato a giovedì vuol dire che anche per loro non correvo rischi giusto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuliano Lucani
32% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
L'ascesso perianale è conseguenza dell'infezione delle ghiandole anali, situate nella linea di passaggio tra la cute e la mucosa subito all'interno dell'ano. Dopo l'incisione dell'ascesso e il drenaggio del pus, bisogna evitare che la ferita si chiuda troppo presto con il rischio che il materiale contenuto nella cavità provochi la rapida formazione di un nuovo ascesso; per tale motivo si lascia la garza( lo zaffo) nella cavità: perchè aiuti il drenaggio del pus e impedisca la chiusura precoce della ferita. La sostituzione della garza ogni due-tre giorni e i lavaggi fanno parte della normale cura dell'ascesso. Gli antibiotici, se non c'è febbre, non sono più necessari. Bisogna invece avvertire il paziente che, dopo un ascesso perianale, si forma molto spesso una fistola, una specie di canale che mette in comunicazione il retto con la cute intorno all'ano, che richiederà un intervento chirurgico per la guarigione definitiva. Tutte le sue intuizioni sembrano quindi giuste!
Cordiali saluti