Utente 830XXX
Buonasera cari Dottori. Da un anno stò insieme ad un ragazzo che è fantastico ma mi sono accorta che mentre facciamo l'amore, il pene si affloscia. Siamo andati da un andrologo che gli ha fatto fare gli esami sul testosterone ed è risultato essere di 243. L'andrologo ha ritenuto necessario fargli fare due iniezioni a distanza di 15 giorni l'una dall'altra e altre vitamine di cui non ricordo il nome. Ha fatto di nuovo le analisi dpo sei mesi e il testosterone anzichè aumentare, è diminuito ulteriolmente a 215. Ora mi stò preoccupando per un'eventuale futuro insieme al mio partner, il mio pensiero fisso è se un giorno con lui potrò avere figli, se c'è rimedio a l testosterone basso, e se questo vuol dire non poter avere figli in futuro. Sono in preda all'ansia, non sò cosa fare, ho pensato anche di lasciarlo dopo aver saputo questo problema, mi sento un verme solo ad averlo pensato. Chiaritemi per favore questo dubbio atroce.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

i valori di testosterone del suo ragazzo da lei riportati non indicano nulla di drammatico; potrebbero anche essere legati ad un particolare periodo "faticoso o stressato" che sta vivendo.

Nessuna relazione stretta con una possibile "infertilità" del ragazzo che ha un'unica maniera per essere valutata e cioè quella di risentire in diretta il suo andrologo e con lui decidere di fare anche un esame del liquido seminale.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 830XXX

Iscritto dal 2008
Grazie mille per la celere risposta e mi scuso se torno a scriverLe di nuovo ma la mia domanda è la seguente: il testosterone basso è indice di cosa? Non c'entra allora niente con il fatto di avere figli? Mi scusi ma sono veramente "ignorante" sull'argomento.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

un testosterone basso può segnalare anche un'attività testicolare non regolare ma i dosaggi ormonali da lei inviati non sembrano darci questa indicazione clinica.

Valori di testosterone nel sangue ridotti spesso sono accompagnati da disturbi nella sfera del desidero sessuale; il testosterone, per quanto riguarda la fertilità, invece è più importante nella seconda fase della produzione degli spermatozoi, quando questi acquistano motilità e morfologia ma per tali problemi dobbiamo avere dei testicoli con importanti problemi andrologici e questo, lo ripeto, non sembra essere l'attuale situazione del suo ragazzo, almeno guardando solo i dosaggi di testosterone inviati.

Comunque, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.
[#4] dopo  
Utente 830XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dottore mi ha molto tranquillizzato. Spero di poterLe scrivere in futuro quando avremo la prossima visita dall'andrologo. Nel frattempo le auguro buon lavoro e buona giornata
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ricambio gli auguri.
[#6] dopo  
Utente 830XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno Dottore, il mio ragazzo ha effettuato una nuova visita dall'andrologo. Ci siamo ricordati di dire a questo medico che il padre del mio ragazzo aveva un tumore alla prostata anche se poi in realtà è morto per un altro tumore che aveva al polmone. Questo Dottore allora ha detto di dargli un medicinale chiamato DDM Nitrico per 30 giorni. Due settimane dopo aver finito queste pasticche, il mio ragazzo ha fatto di nuovo le analisi e invece di andare meglio, il testosterone è calato di nuovo: testosterone 127 e testosterone libero 3,63 (valori di riferimento 8,9 - 42,5). Se ricorda eravamo partiti da testosterone 249, poi 228 e ora 127, e il testosterone libero da 6,40 (e già era basso) a 3,63. Ora noi due siamo non poco preoccupati tanto che ne risentiamo anche quando abbiamo i rapporti sessuali. Abbiamo paura che qeusto dottore non sia abbastanza bravo, perchè questo calo vertiginoso del testosterone e perchè dopo aver saputo che suo padre aveva un tumore alla prostata non gli ha più dato il testosterone per punture. Siamo piene di domande, ma questo dottore quando glieli faccio mi dice che lui sà quello che stà facendo, io sono preoccupatissima. La prego di spiegarmi i miei dubbi per favore e vorrei soprattutto sapere se c'è rimedio, se con qualche puntura questo testosterone può alzarsi e se l'assunzione del testosterone può provocargli danni alla prostata dato che ha una familiarità. Spero in una suna celere ed esplicativa risposta. Grazie
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

non so quali considerazioni cliniche abbiano portato l'andrologo ad escludere una terapia con testosterone; la famigliarità riferita di un tumore prostatico che ha colpito il padre del suo compagno non è un criterio esclusivo per non ricorrere, se è necessario, verso una tale terapia.

Risentitelo e chiedete a lui, che conosce in diretta il vero problema clinico del suo ragazzo, più precise indicazioni ed informazioni.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 830XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dottore cercherò di farmi spiegare bene anche se con questo Dottore non è che ci si ragiona molto se devo essere sincera. Mi scusi ma la mia domanda principale è se c'è rimedio a questo problema o se dobbiamo andare avanti anni con questo testosterone basso e se esiste veramente una cura.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo da questa postazione non mi è possibile ben comprendere la causa del suo particolare problema ormonale e quindi mi è impossibile formulare una prognosi corretta.

Cordiali saluti.