Utente 227XXX
Buongiorno,

ho 30 anni, ho trascorso dieci giorni in vacanza a NEW York, e al rientro ho iniziato ad avvertire del prurito localizzato a livello del seno. Dopo due giorni sono comparse delle macchie rosate che diventano di colore rosso intenso se grattate.
il prurito aumenta progressivamente con il passare dei giorni e cosi anche le macchie che restano pero localizzate solo al torace alle spalle e alle braccia.
Ho consultato oggi un dermatologo qui in Francia dove mi trovo per lavoro, e mi ha parlato di possibile eczema atopico di origine virale,a suo dire abbastanza frequente e che dovrebbe scomparire nel giro di sei otto settimane.
Mi ha prescritto degli antistaminici e una preparazione a base di corticosteroidi per applicazione topica.
Devo inoltre fare delle analise del sangue, contaggio cellulare, VES e transaminasi.
Cosa stiamo cercando?

Potreste darmi un'idea più chiara di cosa potrebbereo essere questi eczemi di origine virale? Di quali virus si parla? E soprattutto come posso averlo contratto?
Puo essere correlato a malattie sessualmente trasmissibili? Con il mio compagno, dopo l'analisi HIV, ho smesso di utilizzare il preservativo in quanto prendo la pillola e in passato ho usato sempre il preservativo, ma ho comunque sempre molta paura a riguardo.


Vi ringrazio per l'attenzione e spero di avere presto una vostra risposta
Cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
L'eczema atipico NON e' virale ma e' una condizione benigna eredo familiare legata ad un deficit genetico di acidi grassi e ceramidi che provoca una secchezza cronica abile ad instaurare un processo eczematoso pruriginoso.

Si chiarisca meglio con il dermatologo gallico!

Saluti
[#2] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
Buongiorno,
la ringrazio per la sua risposta ,
Per il medico francese, si tratta davvero di qualcosa di virale dato che quando ho chiesto dei chiarimenti riguardo la possibilità di contagio e trasmissione (anche ora sul posto di lavoro ai miei colleghi) mi ha "rassicurata" dicendo che una volta comparse le macchie non c'era più pericolo, come se si trattasse di qualche patologia tipo varicella, rosolia o morbillo..

Ho comunque iniziato la terapia
Loratadina 10mg la mattina
Idrossizina 25mg la sera
entrambe per un mese
e la crema a base di idrocortisone sulle macchie per 15 giorni

La riduzione del prurito é ben evidente dopo appena 24 h di terapia, e spero continui

Nel frattempo questa mattina ho effettuato i prelievi. La dermatite atopica é associata ad alterazioni delle transaminasi?
Avro i risultati martedi e poi le faro sapere

Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
No e mi dispiace ma proprio non so commentare diagnosi così disparate e dissimili, dette in tal modo.

Saluti.
[#4] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Dalla descrizione fatta e da quanto detto dal collega francese sembrerebbe più trattarsi di una forma di pitiriasi rosea di gibert; una dermatosi non infettiva che si manifesta con chiazze eritemato desquamative localizzate a livello del tronco e della radice degli arti. Solitamente questa dermatosi si manifesta inizialmente con la comparsa di una chiazza (chiazza madre) di dimensioni maggiori di quelle che compariranno successivamente circa 10 15 giorni prima della eruzione delle altre chiazze. Per quanto riguarda la sua causa, si pensa ad una riattivazione di herpes virus (HSV 6 E 7) ma la malattia non è contagiosa e tende a scomparire spontaneamente entro due mesi. La diagnosi è clinica e deve essere fatta da un dermatologo, non c'è correlazione con alterazioni ematochimiche. Il mio consiglio è quello di effettuare una nuova visita dermatologica.
Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per la risposta e dopo aver fatto un controllo in rete per avere maggiori dettagli, posso essere quasi sicura si tratti di questa patologia
Effettivamente, tutto é iniziato con un infiammazione alle vie aeree e poi dopo dieci giorni sono comparse le macchie.
Spero si risolva tutto al meglio nel giro di qualche settimana.
Cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

In sincerità mi sembra strano che un dermatologo francese (che viene da una scuola importante e pari a quella italiana) non faccia agevolmente diagnosi di una patologia cosi semprlice da diagnosticare come una rosea di gibert.

Forse questo e' possibile solo se non vi siete capiti sui termini.

Ribadisco il concetto di non fidarsi di autodiagnosi ma di attendere qualche tempo: se il sintomo non recede cerchi di riaggiornare il tutto.

Saluti a lei.
[#7] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dtt Laino,

ho riferito i fatti cosi come accaduti, e anche io sono un po stupita vista la terapia per una certa patologia e poi esami che non hanno nulla a che vedere con quella.
Per il momento mi attengo alla terapia, ritirero i risultati delle analisi martedi serà e vi faro sapere.
Cordialmente

[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Saluti a lei.
[#9] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
VALORI NORMALI
eritrociti 4.23*1012 / L 3.5-5.8
emoglobina 11.3 g/dl 11.5-16
ematocrito 36 % 37-47
VGM 85 fl 80-100
TCMH 27 pg 27-34
CCMH 31 g/100ml 32-36


Globuli bianchi 7.8*109 / L 4-10
neutrofili polinucleati 44% 40-70
3463mm3 2000-7500
eosinofili 16% 1-5
1248mm3 40-800
basofili 0.8% 0-2
62mm3 10-200
linfociti 32.1% 20-40
2504mm3 1000-4000
monociti 6.7% 1-10
523mm3 200-1000


piastrine 367 *109 / L 150-450



Velocità sedimentazione
prima ora 7mm 1-7
seconda ora 32mm 2-15



transaminasi

SGTP 13U/L 30-65
SGOT 18U/L 15-37







[#10] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
Buonasera,
qui sopra trovate i risultati delle analisi che ho effettuato sabato scorso.


Nessun problema a livello delle transaminasi
ma é presente un chiaro incremento degli eosinofili
e mi viene riscontrata nche una certa ipocromia.

Questi valori hanno qualcosa di correlabile con la dermatite atopica, con la pitiriasi rosee o sono attribuibili a qualche altro disturbo di natura allergica?


Attualmente il prurito si é attenuato, le macchie sono divenute più chiare e il loro numero resta costante


Vi ringrazio per l'attenzione
Cordialmente