Utente 190XXX
Salve, sono un ragazzo di 19 anni e soffro di problemi di acne da circa 2 anni senza mai essere riuscito a trovare una cura che me l'abbia fatto passare in maniera definitiva. Premetto di aver sempre seguito cure che mi sono state assegnate da dermatologi, e di non aver mai fatto uso di creme o farmaci senza prima aver consultato un medico. In questi 2 anni ho fatto varie terapie di antibiotici e usato creme come benzac e eryacne nonchè detergenti per il viso. La mia era un tipo di acne pustolosa e, devo dire la verità, con antibiotici e creme ho ottenuto buoni risultati nel corso del tempo. Devo dire di non essere mai "guarito" del tutto, perchè qualche brufolo qua e la spuntava sempre, e per me è sempre stato molto "fastidioso" sia vedermi come non volevo vedermi, sia curarmi in continuazione.
Ora è circa 1 mese che mi è tornata prepotentemente questa malattia. Mi sono recato presso l'idi a roma e mi è stata assegnata la seguente cura:
- ANTIBIOTICO ESARONDIL, da prendere per 12 settimane, una volta al giorno;
- DETERGENTE LYSALPHA GEL MOUSSANT PURIFIANT, da usare per la
pulizia del viso;
- ACIDO SALICILICO 2% (Soluzione idroalcolica-acido salicilico FU g2-alcool
etilico 60° g 98), da usare dopo aver pulito il viso, mettendolo su del cotone
sterile e tamponando le parti del viso in cui compare maggiormente quest'acne;
- ZINDACLIN 1% GEL (Clindamicina fosfato - uso topico), da mettere sempre sui
brufoli, dopo aver usato l'acido salicilico.

Sto seguendo questa cura da 22 giorni e ho ottenuto "scarsi" risultati, nel senso che le parti del viso dove è presente l'acne sono molto meno infiammate rispetto a 22 giorni fa, ma i brufoli ancora nascono e rimangono per giorni. Sono 22 giorni che non esco di casa e so benissimo che non è una buona cosa. So che molto probabilmente mi consiglierete, come già mi è stato consigliato di fare, di uscire, fregandomene, ma per me rappresenta davvero un problema.

Volevo sapere se:
1 il ritorno di quest'acne può essere dovuto al fatto di aver fatto delle lampade prima del periodo estivo e anche un po durante. ( il medico mi disse che probabilmente dipendeva da questo, non attribuendo la "colpa" nè a stress, nè a cattiva alimentazione, nè a nient'altro);
2 secondo voi ci vuole ancora del tempo prima di vedere i risultati. (il medico mi disse: risultati rapidissimi);
3 dovrei/potrei aumentare la dose dell'antibiotico. (il medico mi disse una capsula al giorno 1 ora prima di pranzo; sul foglietto illustrativo del farmaco ho letto 1 capsula ogni dodici ore, quindi due al giorno, e, nei casi di acne più grave aumentare la dose fino a 3/4 capsule al giorno)

So benissimo che ci sono malattie molto più gravi dell'acne, per carità, ma vorrei porre la parola fine a questa cosa che mi tormenta da 2 anni. Vorrei svegliarmi la mattina e lavarmi semplicemente il viso come fanno "tutti" i miei amici e uscire di casa senza problemi.

Ringrazio anticipatamente per le risposte e i consigli.
[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
concordo con il collega che l'ha visitata, sia per la causa che potrebbe aver riacceso l'acne sia per la terapia. Vorrei solo precisare che normalmente le terapie per l'acne non sono rapidissime, anzi, nella maggior parte dei casi il primo mese, mese e mezzo i pazienti possono avere scarsi risultati se non un peggioramento del quadro ( ma ció non vuol dire che la terapia non é efficace). Questo va sottolineato e spiegato al paziente che altrimenti potrebbe demoralizzarsi ed abbandonare la cura. Quindi non demorda e continui a seguire la prescrizione senza aumentarne il dosaggio per almeno 45 giorni, passato tale periodi faccia un nuovo controllo.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Le rispondo brevemente

1 il ritorno di quest'acne può essere dovuto al fatto di aver fatto delle lampade prima del periodo estivo e anche un po durante. ( il medico mi disse che probabilmente dipendeva da questo, non attribuendo la "colpa" nè a stress, nè a cattiva alimentazione, nè a nient'altro);

E' possibile

2 secondo voi ci vuole ancora del tempo prima di vedere i risultati. (il medico mi disse: risultati rapidissimi);

Potenzialmente sennon arrivano i risultati bisogna pensare a terapie di altra natura (ad oggi possibili ed efficaci)

3 dovrei/potrei aumentare la dose dell'antibiotico. (il medico mi disse una capsula al giorno 1 ora prima di pranzo; sul foglietto illustrativo del farmaco ho letto 1 capsula ogni dodici ore, quindi due al giorno, e, nei casi di acne più grave aumentare la dose fino a 3/4 capsule al giorno)

Assolutamente no. Mai fare di testa propria sui farmaci.

Senta il suo dermatologo ed avrà sicuramente una nuova ed efficace terapia.

Saluti