Utente 218XXX
Buongiorno, vorrei avere delle delucidazioni in merito all'esito di mio suocero operato per un carciroma al duodeno .
Le sottoscrivo la diagnosi del medico :" CARCIROMA DELLA REGIONE PAPILLARE DEL DUODENO A DIFFERENZIALE PANCREATICO BILARE CON METASTASI EPATICA E LINFONODALE pt3n1m1 ".
Mi pare di aver inteso che la situazione non e' delle migliori , so che hanno asportato anche una piccola macchia dal fegato, ma il Pancreas? .
Grazie per la cortesia .
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

la partenza è da una porzione del duodeno. La sigla T3N1M1 indica la diffusione locoregionale ma anche linfonodale e metastatica a distanza (fegato). E' senza dubbio opportuna una stadiazione completa a mezzo TC total body con mdc ed un trattamento chemioterapico sistemico abbinato possibilmente ad ipertermia locoregionale.

Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la cortesia concessomi,
a seguito dei trattamenti che mi sta' consigliando avrà un miglioramento della qualita' di vita o la malattia fara' il suo naturale decorso come ci ha informato il chirurgo ? (3 mesi di vita).
Infine e' possibile dopo l'intervento chirurgico eseguire la PET ? (paziente cardiopatico, a seguito della malattia trattamento con insulina).
Saluti.

[#3] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno , sono a aggiornarla su quanto ha detto l'oncologo a mio suocero.
In definitiva cio' che mi ha consigliato lei con la differenza che andra' a fare solo la Pet in quanto e ' un paziente cardiopatico e ha problemi ai reni.
Fara' solo la chemio per pillole , sempre per le stesse motivazioni sopra indicate.
Grazie.