Utente 216XXX
Egregi Dottori, ho un dubbio sulla tossina botulinica, in particolare su eventuali residui di cibo contaminati (che involontariamente possono essere nell'ambiente), se al contatto con l'aria, con l'ossigeno in genere la tossina si inattiva e quindi non sono più pericolosi. Mi chiedo infatti se quando si butta la spazzatura per esempio tutti stanno attenti a non contaminare l'ambiente, e quindi posso entrare in contatto con eventuali tracce. Così come su indumenti o oggetti che stanno a contatto con un eventuale cibo infetto, con quale residuo che rimane... Vi ringrazio per l'attenzione, e mi scuso se le domande possano sembrare inopportune, ma sono ignorante in questo settore e sta quasi diventando fobia. Grazie, distinti saluti
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

faccio fatica ad orientarmi nelle sue domande;
può farne una sola e in modo più semplice?
[#2] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dr Corcelli, La ringrazio per l'attenzione. Le spiego meglio: vorrei sapere se una traccia di cibo contaminato da botulino, che rimane su un indumento, o in casa o per strada, a contatto con l'aria, si inattiva o rimane letale per la salute umana. Grazie, distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
dovrebbe mangiarli quei residui
e ciò mi pare assai improbabile.
[#4] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
Chiedo scusa Dr Corcelli, capisco la sua risposta, ma chiedo perchè ho un asilo privato e sn molto attenta all'igiene, e non vorrei che se involontariamente capiti, anche un residuo su un vestito possa nuocere ad un bambino, ma non volendo diventi un'ossessione sto cercando di documentarmi, ma ancora non capisco se col tempo, al contatto con l'aria, la tossina muore oppure no. Sentiti ringraziamenti.
[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
sinceramente continuo a non capire la domanda ne' la sua polarizzazione sul botulino;
per prima cosa, alimenti contaminati da tossina botulinica sono rari, per fortuna, e si tratta di conserve sott'olio nelle quali il Clostridio cresce in mancanza di ossigeno;
per seconda cosa, una volta nell'ambiente, il cibo eventualmente contaminato dalla tossina va incontro a trasformazione; in ogni caso, se non viene ingerito, il contatto della tossina con la cute non comporta problemi.

Se si riferisce ad un asilo, e' ovvio che qualsiasi residuo di cibo buttato nell'ambiente puo' essere nocivo se ingerito dal bambino, non per il botulino, ma per decine di altri germi che danno gastroenteriti infettive anche assai pericolose.
[#6] dopo  
Utente 216XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio Egregio Dottore, la paura verso il botulino mi è nata dopo aver letto che diversi cibi possono, in assenza di ossigeno, generare tale tossina, ma dato che Lei mi indica solo le conserve sott'olio, sono tranquilla.Purtroppo mi è capitato in uno zainetto di un bambino, che da mesi era stato dimenticato in asilo, trovare qualcosa di guasto e completamente ammuffito, ma non sono riuscita a capire cosa fosse, dato che è stata negligenza del genitore, la muffa era esterna, ma non capivo se fosse un cibo chiuso o no, e dato che da quello zainetto sono stati utilizzati i vestiti del bambino, che ovviamente sta per terra con gli altri, sul fasciatoio, sul seggiolone, tocca i giochi, è scattata in me la mania, di disinfettare di continuo anche le maniglie delle porte! Distinti saluti.