Utente 219XXX
Salve,

ho 36 anni e da 6-7 anni circa soffro di prostatite cronica. Sono passato per
numerosi urolgi che mi hanno curato con antibiotici ma senza risultati
significativi e duraturi. Ho poi eseguito delle infiltrazioni prostatiche che
mi hanno portato ad un significativo benessere (per circa 1 anno) ma adesso
sono punto e a capo. I sintomi attuali sono:
- lievi perdite di urina dopo minzione
- bruciore (zona perineale) post minzione, post- eiaculazione e dopo giornata
di ufficio/sedentaria
- eiaculazione precoce
Recente esame di Flussometria OK.

L'ultimo urologo mi ha prescritto Xatral e Avodart x 6 mesi, preavvisandomi, per l'uso di quest'ultimo, della possibilità di avere disfunzioni di libido /eiaculazione ed ho letto di numerosi altri effetti indesiderati. Poichè nel recente passato ho sofferto di impotenza, che ho curato (e superato) con sedute da psicologo (per circa 1
anno), mi angoscia il pensiero di poter ricadere nello stesso problema. Inoltre
da qui a breve io e mia moglie vorremmo avere un secondo figlio...
Qual'è il vostro consiglio?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente personalmente sono un pò contrario all' uso dell' avodart sulle prostatiti, in quanto sia dagli studi clinici che dall' esperienza personale questo risulta poco efficace.