Utente 760XXX
Salve a tutti e grazie per il servizio che offrite. Scrivo per chiedere un consulto per la mia mamma quasi sessantenne. E' più di un anno che soffre di 'capogiri' (ha un senso di sbandamento che delle volte dura un'intera giornata) e non riusciamo a capirne la causa. Spariscono per brevi periodi (al massimo una settimana) ma spesso la costringono a restare a casa. Abbiamo fatto parecchie visite e i dottori 'dal vivo' hanno spesso sottovalutato il problema. Tutto è nato la scorsa estate quando misurando la pressione, la massima sfiorava i 200. Le è stato prescritto dal cardiologo dell'ospedale Lobivon 5mg. Dopo poco si sono iniziati a manifestare i primi capogiri. Ha continuato la cura per circa due mesi, ma la pressione non si stabilizzava e aveva questi 'effetti collaterali'. Allora lo stesso cardiologo (al quale ci siamo affidati) le ha prescritto Igroseles 100mg+25mg. La pressione si è stabilizzata ma i disturbi sono rimasti. Tre mesi fa le ha cambiato ancora la pillola in Seles beta 100 mg che è quella che prende tutt'oggi alla sera prima di coricarsi. La mia domanda è: il disturbo potrebbe dipendere dalla pillola anche se la pressione durante l'arco della giornata è stabile e nei limiti giusti?
Le altre visite di cui riporto brevemente i risultati sono:
-doppler tiroide (dimensioni regolari, noduli 2dx, 1sin. Istmo ispessito con nodulo ipoecogeno. Lieve ispessimento medio-intimale bilaterale a livello delle carotidi)
-esame radiografico del rachide cervicale (note di unco-artrosi cervicale, ridotta ampiezza dello spazio intersomatico C5-C6)
-visita dal neurologo(riferiti capogiri subiettivi,su base psicogena. Sfumati spunti depressivi. Esame neurologico negativo)
-visita in otorinolaringoiatria(esame vestibolare negativo)
Vorrei almeno sapere in che direzione muovermi, perché questa situazione le sta portando ansia e il medico di base non ha prospettato soluzioni al problema. Vorrei un aiuto nel capire la situazione. Se è utile riporterò i risultati per intero e anche quelli delle sue ultime analisi di sangue. Mi dimenticavo che con qualche massaggio cervicale dal posturologo ha avuto qualche breve miglioramento. Grazie infinite a chi avrà la gentilezza di rispondermi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
i sintomi riferiti hanno poco a vedere con la terapia farmacologica praticata. E' molto probabile che la sintomatologia sia di natura cervico artrosica.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I beta bloccanti sono farmaci preziosi per la cura Dell ipertensione.
Tuttavia inducono bradicardia (frequenza bassa) . Questo può comportare ad episodi di capogiro come lei descrive, legati al fatto che viene annullato il fisiologico aumento della frequenza durante lo sforzo. Sarebbe opportuno che sua madre eseguisse un Holter cardiaco per verificare questa ipotesi.
Cordialmente
Cecchini
www.cecchinicuore.org