Utente 294XXX
Buon giorno cortesissimi medici .
Mi appello nuovamente a voi per togliermi alcune ansie che mi condizionano la vita negativamente.

Non riguarda a me personalmente ma mia nonna.
Storia clinica : paziente di 83 anni con artrosi,ipertesa ricoverata in UTIC in data 10/06/2011
per sincope con BAV di II grado tipo I .

impiantato PMK 10/06/2011 bicamerale AAI-DDD stimolazione 70-120 bmp. ritmo spontaneo fc 87 bpm . AV stimolato : 180 msec. Si isola vena cefalica sinistra e si introducuno 2 elettrocateteri A e V in SIV e RVA con buoni parametri elettrici.

ormai sono passati 2 mesi e mezzo dall'intervento e le cose direi che vanno abbastanza bene nonostante alcune perplessità , mi spiego .

punto primo : Ha spesso dolori alla zona dove le è stato impiantato il pacemaker ma riferisce che si tratta di dolori muscolari secondo lei.Possibile invece che siano dolori cardiaci? nonostante non presenti altri malori?


punto secondo : non ha mai avuto capogiri fino a quest'oggi 25/06/2011
solo oggi presenta debolezza ( risoluta in un paio d'ore) e dei capogiri saltuari risoluti anche questi con del riposo ( calcolando la temperatura meteo di 38 gradi a roma)

In pratica vorrei togliermi la paura che potrebbe di nuovo avere degli epidosi di sincope e similari.
E' normale che accusa questo tipo di malori transitori ? vorrei capire se il pacemaker è un risolutore di questi problemi oppure serva "solamente" ad evitare la sincope .
Naturalmente mi rendo conto che il PMK non è una cura di tutti i mali.

mi scuso per le paranoie ma vorrei solo tranquillizzarmi fino alla visita di controllo PMK al 05/09/2011.

Grazie davvero di cuore!

simone



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il pmk non cura di cera una eventuale ipotensione o uno stato disidratativo, che potrebbero essere le cause dei sintomi della paziente, mentre per quanto riguarda i dolori muscolari, essi in genere col tempo, vedrà passeranno.
Saluti