Utente 180XXX
Buonasera.. sono una ragazza di 22 anni alle spalle ho mia nonna morta di tumore al seno e mia mamma che ha avuto un tumore 10 anni fa..... non so spiegarle che tipo di tumore si trattava so per certo che entrambi erano ormodipendenti (se cosi si dice) infatti sia mia nonna che mia mamma e , dalle ultime visite dal ginecologo, io ; produciamo estrogeni e progesteroni in gran quantità.... a questo punto mi chiedo il tumore al seno è anche in piccola percentuale ereditario? Il mio caso può essere uno di questi? cosa potrei fare o quali medicinali assumere per abbassare il numero di ormoni da me prodotti? grazie per la possibilità che date a tutte le persone come me di togliere dei dubbi che attanagliano davvero l esistenza.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Troppa carne al fuoco !

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/69-tumori-ereditari.html

Forse ,abitando a Torino, si fa prima ad incontrarci e fare una lunga chiacchierata a Milano

http://www.senosalvo.com/valutazione.htm

Una volta al mese su prenotazione organizzo GRATUITAMENTE questi incontri a Milano.
Al di fuori comunque dell'incontro mensile è possibile prenotare con il SSN (impegnativa per visita oncologica o senologica)

...per parlare soprattutto di fattori di rischio e di prevenzione alimentare (+ attività fisica)

http://www.senosalvo.com/menu_di_lunga_vita.htm

http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm

http://www.senosalvo.com/camminare_almeno_30_min_giorno.htm

http://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce-il-rischio-di-morire-prematuramente-soprattutto-per-tumore-e-infarto

Non ci penserei minimamente a test genetici senza una valutazione di base.


[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
ok letto tutto cercherò di partecipare ai suoi incontri.... un ultima cosa la soia può essere ritenuta un aiuto o meno?.... su internet si legge di tutto di piu ad esempio su quetso link http://www.farmacoecura.it/erboristeria-ed-omeopatia/soia-menopausa-tumore-seno-osteoporosi/ viene proprio detto "i fitoestrogeni possono stimolare la crescita dei tumori al seno con caratteristica estroginica dipendente," non so io non capisco.....e poi ho sentito che e in fase di sperimentazione un vaccino per il tumore al seno... il sogno nella mia vita di poterlo fare è realtà o se ne parla per le generazioni future?
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le avevo scritto chè c'è troppa carne al fuoco. Per questa ragione organizzo incontri per personalizzare le raccomandazioni.

Il link che mi allega sostiene delle verità ma anche imprecisioni. Sulla soia gli orientali ci hanno dato tante informazioni, ma i problemi sono sorti quando hanno voluto trasferire i "poteri" dei fitoestrogeni per aumentare le dimensioni del seno con prodotti e integratori.

Sono prodotti a base di fitoestrogeni, composti vegetali, che hanno una struttura simile agli estrogeni umani, ma hanno una azione ormonale molto più debole.
Una supplementazione dietetica ottimale di fitoestrogeni è di circa 60 grammi di proteine di soia, corrispondenti a circa 60 mg di fitoestrogeni.
Rispondo alla preoccupazione principale sull'ipotetico rischio di tumore al seno : una terapia o dieta di fitoestrogeni non soltanto non è dannosa ma è addirittura protettiva nei confronti dei disturbi della menopausa, delle malattie cardiovascolari ed è senz'altro utile nella prevenzione dei tumori della mammella come dimostrato dalla minore incidenza di questi tumori nelle donne di molti paesi orientali nei quali prevale una alimentazione povera di grassi animali e proteine, e ricca di vegetali soprattutto di soia.
Un discorso a parte invece meritano i prodotti a base di fitoestrogeni come alternativa "economica" al bisturi per aumentare il volume del seno.
Le aziende venditrici di fitoestrogeni promettono l'aumento di una o due taglie di reggiseno in virtù di una struttura simile a quella degli estrogeni, potendo sfruttare gli stessi recettori per gli estrogeni. La differenza è che il legame che questi ormoni vegetali stabiliscono con i recettori degli estrogeni, è mille volte inferiore.
Pertanto per poter osservare risultati apprezzabili
OCCORRONO GRANDI QUANTITA'di fitoestrogeni.
E il punto è proprio questo :al momento non ci sono studi seri e rigorosi in grado di evidenziare possibili effetti collaterali di GRANDI QUANTITA'DI FITOESTROGENI.
Tra l'altro mancano dati affidabili sulla reale efficacia
[#4] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
ok ho capito tutto molto chiaro.... ma mi sorge un dubbio; ad una persona che gia di per se produce un numero in media molto piu alto del normale di estrogeni l assunzione di soia quindi di fitoestrogeni, anche se hanno una funzione ormonale piu bassa, non provoca un aumento generale delle azioni ormonali , anche se di poco .... quindi come possono aiutare nel non contrarre questo tipo di cancro???? e poi le ripongo la domanda sul vaccino per il tumore al seno il sogno nella mia vita di poterlo fare è realtà o se ne parla per le generazioni future?