Utente 219XXX
Buongiorno
desidero porre un quesito anke se comprendo di livello leggero rispetto a problematiche talora devastanti per ki ne soffre.
Vengo da condizione di obesità(120kg; 180cm) e ipertensione, con costanza/fatica e l'aiuto delle persone giuste, ritrovato il giusto equlibrio, 85kg; 130/75 mmHg.
Nel percorso(nn ho utilizzato farmaci) sono incappato in una D.E. ke nn mi permetteva più di portare a termine il rapporto.
Spedito dal Medico di base dall'Urologo e dopo analisi ke nn hanno rilevato nessun aspetto ke giustificasse la DE dal punto di vista dello stato generale.
Lo specialista mi ha consigliato di provare un farmaco, dopo analisi di pro e contro ho scelto di usare il tadalafil 20mg.
Ho sempre usato con parsimonia tale farmaco(da 3 anni), visto anke il costo, riuscendo anke a passare dei periodi(anke un mese) che grazie alla complicità della mia compagna le cose funzionano in modo naturale e soddisfacente.
Abbiamo da tempo conosciuto delle coppie ke frequentano locali di "scambio" o organizzano delle "cordiali" serate, ma la cosa è sempre rimasta nelle fantasie e certamente a causa del mio stato(obesità) oltre ad amicizia nessuno ci aveva mai coinvolto.
Ora, è successo, è stata un'esperienza, da forte emozione iniziale e finita in nulla, nonostante il farmaco, ritentato alcune volte e medesimo risultato.
E' possibile ke il farmaco in talune condizioni emozionali possa avere lo stesso effetto di uno zuccherino?
Tra di noi abbiamo affrontato la cosa con ironia e le cose funzionano sempre come ho detto prima.
Grazie e mi scuso se è un quesito di poco conto, ma penso ke dal punto di vista medico possa anke interessare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,il tadalafil,cosi' come il sildenafil ed il vardenafil,specialmente se assunti senza la prescrizione specialistica,possono non offrire il mesdsimo effetto terapeutico.Nel caso specifico,in occasione di un incontro programmato,probabilmente,non ha scelto il farmaco piu' idoneo.Comunque,approfitterei di questo episodio,per aggiornare la diagnosi andrologica.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente, è da aggiungere oltre alle corrette indicaizoni del collega che tali faramci hanno bisogno di uno stimolo e pertanto in particolari situazioni possono anche non agire
[#3] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Buongiorno

perdurando la situazione di scarsa efficacia del tadalafil, mi sono recato dal medico di famiglia, il quale al momento mi ha prescritto degli esami del sangue, dopo l'analisi del referto seguirà la visita andrologica.

Ora in attesa, mi sono messo ad analizzare se eventuali comportamenti od abitudini potessero avere qualche influenza sulla situazione:
- mai fumato
- vino, non tutti i pasti
- superalcolici, raramente
- attività fisica, palestra 2 volte settimana
Se non che leggo su un forum medico la seguente frase:

"Succo di pompelmo: potrebbe indurre un aumento dei livelli ematici del tadalafil per inibizione dell'isoenzima CYP3A4 intestinale."

Il succo/frutti di pompelmo sono per me un'abitudine, in famiglia scherzando mi considerano pompelmodipendente.
Ora non comprendendo il significato medico/scientifico esatto della frase riportata e gli eventuali effetti(ricercando ho letto la medesima cosa su altri siti), ne richiedo a Voi Signori Medici la spiegazione, ossia il pompelmo può interferire negativamente sugli effetti del tadalafil?
Grazie e complimenti per il servizio che offrite.
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro utente, non si applichi sul discorso del succo di pompelmo. in generale si dice che tale succo contenga una sostanza in grado di ridurre l'efficacia del faramco, però prima di andare a cercare ipotesi rare, va eseguita una visita andrologica con dosaggi ormonali, ed eventuale doppler penieno.