Utente 202XXX
Buonasera. Spero sia questa la sezione giusta..avrei voluto postare in Microbiologia ma non esiste. Alla mia ragazza hanno evidenziato un'infezione da ureaplasma urealyticum. io non sono a rischio perchè abbiamo sempre rapporti protetti, ma la cosa che mi chiedo è:oltre alla trasmissione sessuale e verticale (madre figlio) quali potrebbero essere le altre vie di contagio?questo batterio quanto vive al di fuori dell'organismo umano?é possibile un contagio usando uno stesso asciugamano?grazie per le risposte
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

è un batterio che predilige le mucose, soprattutto quelle genitali, dove, crescendo, produce ammoniaca (di qui il nome).
Può essere trasmesso attraverso ogni tipo di rapporto sessuale (vaginale, anale, orale).

Anche se non vive a lungo nell'ambiente esterno, non si può escludere che gli asciugamani usati promiscuamente possano veicolare il germe; in ogni caso, è buona norma igienica, anche a prescindere dalle infezioni genitali, che uno stesso asciugamano non sia MAI adoperato da più persone.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta..ovviamente per quanto riguarda l'asciugamano mi riferivo ad un utilizzo fatto non appositamente ma per errore.
Le volevo chiedere un'altra cosa. Se l'ureaplasma urealyticum si trasmette per via orale vuol dire che può infettare anche la cavità orale?nel caso sia così, come è possibile evidenziarlo?se la mia partner cura con antibiotico la sua infezione, un successivo rapporto orale potrebbe nuovamente infettarla se la mia cavità orale è infetta?un'altra domanda...ma se noi abbiamo sempre rapporti protetti e io non presento ureaplasma urealyticum, quali potrebbero essere le altre vie di infezione?grazie
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
è raro che possa infettare la cavità orale
però, il partner maschile potrebbe essere infettato, anche se dovrebbe presentare bruciori urinari

in questi casi, per esser sicuri che non avvenga una reinfezione da parte del partner non trattato, di solito il trattamento antibiotico lo fanno entrambi i partner "contemporaneamente"
questa regola dovrebbe valere sempre in ogni caso di infezione per via sessuale

Se il maschio non è portatore e i rapporti vaginali-anali sono protetti da profilattico, potrebbe infettarsi con il rapporto oro-genitale (bocca -> vagina)
[#4] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera..grazie per la risposta..quindi questo vuol dire che anche con rapporti oro-genitali si può avere un'infezione urinaria da Mycoplasma?