Utente 604XXX
il 15 agosto, mi si è rotto il manico di una pentola mentre scolavo la pasta e mi sono ustionata gambe e piedi.
Per le gambe e piede sinistro me la sono cavata con un'ustione di I grado e oggi, dopo 12 giorni gambe e piede stanno bene e la pelle bruciata si sta squamando.
Sul piede destro invece ho un ustione di II grado. Ho fatto 4 medicazioni al S. Eugenio di Roma ed ora posso medicarlo da sola con le garze di connettivina.
La domanda che pongo è una sola.
Perchè mi fa sempre tanto male, specie se sto ferma in piedi? Cosa causa il dolore? Devo fare un controllo all'ospedale tra una decina di giorni e pensavo il prox. lunedì di riprendere il lavoro. Ma questo dolore mi "distrugge".
Grazie 1000

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Sente dolore perche' oltre ai tessuti il calore ha irritato le terminazioni nervose che sono deputate a veicolare appunto la sensazione del dolore. Non mi sembra il suo caso, visito che lei e' seguita in un buon centro dove hanno saputo ben trattarle l'ustione, ma se dovesse sopraggiungere un'infezione il dolore dipenderebbe anche da quest'ultima complicanza.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 604XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio dottore per la sua velocissima risposta. Non credo, almeno per il momento che si possa trattare di un'infezione. primo perchè ho seguito una terapia antibiotica per 10 giorni. Secondo perchè il dolore ce l'ho quando sto ferma in piedi. Se mi siedo e metto il piede disteso in alto, dopo pochi minuti sto benissimo. Se fosse un'infezione penso mi farebbe male sempre, o sbaglio? Quanto pensa ci vorrà affinchè si risolva questo mio problema? La ringrazio e la saluto cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Forse non mi sono spiegato bene: ho scritto che "il calore ha irritato le terminazioni nervose" e che, riferendomi ad un eventuale processo infettivo, "non mi sembra il suo caso". Per di piu' lei ora mi scrive che ha effettuato la profilassi antibiotica, mentre il dolore aumenta stando in piedi, ed entrambe le cose non fanno che rafforzare cio' che appunto le avevo gia' detto riguardo la causa del dolore.
Cordiali saluti